Pubblicato il: 23 Settembre 2016

Questione d’etichetta: la storia dei F.lli Berlucchi

grafica-etichette-alta-1Il Presidente di Fratelli Berlucchi, Pia Donata Berlucchi, sarà presente all’evento di Canelli (At) del prossimo 24 settembre “Questione di Etichetta”. L’incontro è l’occasione per presentare una delle più belle case history nel mondo del vino, quella della storica “etichetta nera” creata nel 1977 in esclusiva per la Cantina di Franciacorta dall’editore designer parmense Franco Maria Ricci.

Convocato per ideare l’etichetta del Brut – uno dei Millesimati Franciacorta ad oggi tra i più apprezzati al mondo – e forte degli studi umanistici, il designer di Parma focalizzò la sua attenzione sullo stemma dalle fattezze medievali del camino seicentesco presente in cantina e creò così la storia etichetta, collocandola in modo del tutto originale per quegli anni su sfondo nero, da qui il soprannome “etichetta nera”.

L’etichetta e la novità coraggiosa dell’utilizzo del colore nero piacquero subito. Appartiene proprio a quegli anni l’inizio del successo mondiale della Franciacorta e dei suoi vini. Fratelli Berlucchi, con la sua storia, la sua famiglia non può che esserne il testimone privilegiato. 

 Presidente di Fratelli Berlucchi dal 2015, dopo 40 anni da Amministratore Delegato, Pia Donata Berlucchi è il punto di riferimento di una famiglia storica, un’appassionata donna del vino e interprete ideale della cultura della sua Franciacorta. Imprenditrice di successo, ha dalla sua parte anni di esperienza, l’amore per la famiglia, la passione per il lavoro, la grinta e il polso di una “lady di ferro” che si accompagnano con il savoir faire di una vera nobildonna d’altri tempi.

Amatissima past President dal 2003 al 2009 dell’Associazione Nazionale Donne Del Vino, oggi copre il ruolo di vicepresidente nazionale dell’O.n.a.v. apportando iniziative importanti con l’entusiasmo che la contraddistingue da sempre. Nell’ambito della Consulta dei Vini Italiani di creazione Onav, che racchiude tutte le più importanti associazioni enoiche del nostro Paese con lo stesso ideale teso ad allargare la cultura del vino verso un uso corretto e valorizzato dello stesso, ecco il suo nuovissimo progetto su “Il Bere Consapevole attraverso la Storia, l’Educazione e la Cultura”, in corso a Brescia, città pilota in Italia, indirizzato agli studenti delle Superiori. Una visione diversa del ns. prodotto nazionale, il Vino, ancora capace di sostenere la nostra economia e la nostra immagine nel mondo. 

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com