XXX Edizione Regata Internazionale “D’Inverno sul Po”

0
7

[oblo_image id=”1″] La 30’Rowing  Regatta, Regata d’inverno o la Regata Internazionale di Gran Fondo “D’inverno sul Po”: tanti i modi di denominare questo prestigioso evento con cui  i grandi atleti del canottaggio si ritroveranno a Torino per  il piu’ classico degli appuntamenti di questa nobile e gloriosa disciplina che ha gia’ conquistato il cuore di tutta  una citta’ e soprattutto  predilige Torino come fulcro  italiano del polo canottistico italiano.  La trentesima edizione della manifestazione Rowing Regatta, organizzata come da  tradizione dalla Sociera’ Canottieri Esperia di Torino  vantera’ uno dei percorsi più spettacolari del mondo: il campo di regata si snoda per 6000 metri a favore di corrente con partenza dall’isolotto di Moncalieri e arrivo di fronte alla Società Canottieri Esperia – Torino, proprio davanti ai Murazzi a pochi passi da piazza Vittorio Veneto; l’itinerario, interamente visibile dalle sponde del fiume, permetterà ad appassionati e curiosi di assaporare da vicino tutte le fasi della gara.

La prima edizione di questo  suggestivo appuntamento  per la cornice paesaggistica che racchiude nel suo percorso, risale al 1982 e nasce da un’idea di Gian Antonio Romantini , allora presidente della Società Canottieri Esperia – Torino. In quegli anni la Federazione Italiana Canottaggio aveva introdotto un nuovo regolamento che prevedeva lo svolgimento delle competizioni esclusivamente su campi di regata a sei corsie; la morfologia del tratto cittadino del Po avrebbe escluso automaticamente Torino dalle competizioni internazionali. Durante un allenamento sul fiume, il presidente Romanini ebbe l’intuizione di organizzare una regata di fondo (pertanto esclusa dai parametri della Federazione) che riportasse il canottaggio a Torino, la città – culla del canottaggio italiano, il campo di regata sarebbe stato il tragitto noto a tutti i canottieri torinesi: da Moncalieri ai Murazzi. Anno dopo anno e miglioramento dopo miglioramento, oggi “D’Inverno sul Po”, a due anni esatti dalla storica investitura di “Torino Capitale dello Sport” che si compira’ nel 2015,  è diventato un appuntamento fisso del canottaggio e, nel corso di trent’anni, sono molti i campioni che hanno preso parte alla regata, come ricorda Giuseppe Abbagnale – Presidente della Federazione Italiana Canottaggio –  conosco abbastanza bene quel tratto del Po in quanto nel corso degli anni mi è capitato più volte di partecipare a competizioni organizzate dalle società torinesi. Ho preso parte tre volte alla “D’inverno sul Po”, ricordo in particolare l’edizione dell’86, con gli argini del fiume imbiancati a causa dall’eccezionale nevicata di quell’anno.

Sabato 9 febbraio alle ore 10.00, apriranno la manifestazione gli Esperia Adaptive indoor games (un momento d’incontro tra gli atleti di differenti discipline di sports adaptive). Intorno alle ore 12.00 scenderanno in acqua le imbarcazioni singole (1x), i due di coppia (2x), i due senza (2-), i quattro di coppia (4x) e, per finire, i 7.20 dei più piccoli (imbarcazioni singole riservate ai bambini e ragazzi dai 10 ai 14 anni). Domenica 10 febbraio dalle ore 10.00 la competizione sarà riservata ai quattro di coppia (4x) e alla più appassionante delle barche, l’8+, che con i suoi otto atleti più timoniere è la vera e propria “regina” del canottaggio.

Torino ama lo sport e lo sport ama Torino, confermando che questo binomio perfetto accoglie e predilige tranquillamente  ogni disciplina sportiva, distinguendosi in un certo senso come “citta’ adatta allo sport” come dimostra tra le altre cose, lo splendido feeling con la disciplina del canottaggio a cui e’ in grado di offrire un ottimo campo di gara con l’attraversamento cittadino del fiume Po. A Torino lo sport sara’ sempre di casa  e sara’ sempre un ottimo veicolo per unificare gli sportivi di tutta Italia, Europa e mondo intero e come dimostrano i fatti, nel 2015 Torino sara’ Capitale europea dello Sport, naturale congiungimento della XX Olimpiade Invernale del 2006 che l’ha vista protagonista e padrona degli sport invernali. Sara’ vera consacrazione? Diremmo proprio di si….

Programma:

Venerdì 8 febbraio 2013

14.00-16.00 Accreditamento alla regata

Sabato 9 febbraio 2013

9. 00-11.00 Consegna dei numeri di gara

10-12 Esperia Adaptive indoor games (gli sports adaptive si incontrano)

12.00 Regata

· 2x Senior

· 2x Junior

· 2x Master

· 2x Ragazzi M

· 2- Senior

· 2- Junior

· 2- Ragazzi M

· 2x SeniorF

· 2x JuniorF

· 2x Ragazzi F

· 4x Master Misto (2F+2M)

· 2x Master Misto (1F+1M)

· 1x SeniorM

· 1x JuniorM

· 1x MasterM

· 1x Ragazzi M

· 2- SeniorF

· 2- Junior F

· 1x SeniorF

· 1x JuniorF

· 1x Ragazzi F

· 2x Master F

14.30 Regata (pausa 60 minuti)

· 4x Allievi C M

· 4x Allievi C F

· 4x Allievi B M

· 2x Cadetti M

· 2x Allievi C M

· 2x Cadetti F

· 2x Allievi C F

· 1x Cadetti M

· 1x Cadetti F

· 7.20 Allievi C M e F

· 2x Allievi B M e F

· 7.20 Allievi B M e F

14.00-16.00 Accreditamento alla Regata del 10 febbraio

18.30 Premiazione e rinfresco di benvenuto presso la S.C. Esperia-Torino

Domenica 10 febbraio 2011

7.30-8.30 Consegna dei numeri di gara

10.00 Regata

· 8+ Senior M

· 4x Senior M

· 4x Master Under 43 M

· 8+ Ragazzi M

· 4x Ragazzi M

· 8+ Ragazzi F

· 4x Cadetti M

· 4x Master F

· 4x Cadetti F(gli equipaggi con Allievi C devono gareggiare con pale Macon)

12.30 Regata (pausa 60 mimuti)

· 8+ Junior M

· 8+ Master M

· 4x Junior M

· 4x Master da 43a 55 M

· 4x Master over 55 M

· 8+ Senior F

· 4x Senior F

· 4x Junior F

· 8+ Junior F

· 8+ Cadetti M

· 4x Ragazzi F

· 8+ Master F

14,30 Premiazione