Viterbese: il Presidente esonera tutta la squadra

0
3

Il calcio è pieno di luoghi comuni. Uno dei più diffusi sostiene che se una squadra non ottiene risultati la colpa ricade inevitabilmente sull’allenatore. Magari non è giusto ma esonerare il tecnico è il modo più semplice per dare una scossa all’ambiente. Anche perchè non è possibile mandare via tutti i giocatori.

[oblo_image id=”1″] Forse, questa credenza è destinata a crollare. Lamberto Maggini, presidente della Viterbese, ha infatti adottato un provvedimento senza precedenti. Infuriato per l’ennesima sconfitta subita dai suoi ragazzi a Cuoiocappiano con un eloquente 3-0, ha spiazzato cronisti e tifosi con un sorprendente comunicato ufficiale. Ha deciso di “liberare” tutti i giocatori, la cui posizione verrà risolta entro il mercato invernale. I calciatori sono accusati di scarso attaccamento alla maglia e di un atteggiamento non consono ad una squadra che dovrebbe gettare il cuore oltre l’ostacolo per centrare l’agognata salvezza. La Viterbese occupa l’ultima posizione nel campionato di serie C2 girone B con 12 punti in 21 partite. Una situazione senz’altro critica anche se non irrimediabile con la zona play-out ancora a portata di mano.  La decisione dell’esonero di massa è comunque destinata a lasciare il segno: bisognerà ora vedere se il presidente farà seguire i fatti alle parole e soprattutto con che assetto la squadra si presenterà al prossimo appuntamento in campionato fissato per il 10 Febbraio con la trasferta a Poggibonsi.

Tuttavia, qualche anno fa la stessa Viterbese era salita agli onori delle cronache per un altro singolare primato. Sotto la gestione del vulcanico patron Luciano Gaucci, per la prima volta la panchina di un club professionistico maschile era stata affidata  ad una donna: Carolina Morace. Un esperimento, tuttavia, destinato ad esaurirsi ben presto con l’esonero alla prima sconfitta per il monumento vivente del nostro calcio femminile.

Insomma, a Viterbo si stanno ormai abituati ai colpi di scena La speranza è che la prossima “sorpresa” sia la salvezza della squadra.