“USS New York”: una nave in memoria dell’11 settembre

0
4

[oblo_image id=”1″]Il 1 marzo a New York è stata battezzata una nuova nave della Marina Militare costruita con 24 tonnellate di acciaio ricavato dalle macerie del World Trade Center. È la sesta nave della Marina Americana, che porta il nome dello stato di New York. Nonostante sia stata appena battezzata, ha già fatto storia due volte. Per primo è stata costruita con l’acciaio del World Trade Center, e poi è sopravvissuta all’orribile uragano Katrina.

L’acciaio del World Trade Center è stato sciolto nelle fonderie di Amite, in Louisiana, mentre il contratto per la costruzione della New York è stato assegnato a Northrop Grumman Ship System di New Orleans, sempre in Louisiana. Per la realizzazione della nave, la marina statunitense ha assegnato 1,4 miliardi di dollari.

La New York era nel cantiere di New Orleans al momento del passaggio dell’uragano Katrina. L’opera di costruzione è stata interrotta, ma dopo sole due settimane gli operai sono tornati al lavoro. Molti di loro avevano perso le loro case e stavano vivendo nel cantiere navale. Per loro però costruire la New York era fonte di un enorme orgoglio, come costruire un monumento nazionale.

La nave, lunga circa 200 metri e con una velocità superiore ai 22 nodi, potrà imbarcare un equipaggio di 360 persone e trasportare 699 militari. E, come ha detto il membro del Congresso Vito Fossella: Se si presenterà la necessità di seguire Bin Laden fino alle porte dell’inferno, il capitano della nave, Curtis F. Jones avrà il mio pieno sostegno.