Umbria Jazz Winter: lo spettacolo ad Orvieto

0
8

Ogni anno dal 1993 Umbria Jazz Winter ripresenta questa grande manifestazione musicale. La quindicesima edizione riconferma il programma della musica senza sosta con più di cento eventi, da mezzogiorno fino a notte fonda.

Gli spettacoli saranno ambientati negli spazi storici della città, come il famoso Duomo, il Palazzo dei Sette, il Palazzo del Popolo, il teatro ottocentesco “Luigi Mancinelli”, le sale del Museo “Emilio Greco” nel trecentesco Palazzo Soliano, la sala del Carmine del ‘300, il ristorante “Al San Francesco”, situato in un complesso francescano del 1200 e il ristorante “Al San Giovenale”.

[oblo_image id=”1″]Uno degli sponsor ufficiale dell’Umbria Jazz Winter 2007 è la “Fiat”, che esporrà per l’occasione quattro esemplari della mitica Fiat 500! Saranno proprio esse a dare il via al Festival, sfilando per le vie della città con il gruppo “Funk Off” che si esibirà dal vivo a bordo di una delle vetture. Nel centro di Orvieto verrà allestito il “Fiat Meeting Point”, un luogo dove si potranno acquistare i biglietti per i concerti, ascoltare la musica, o semplicemente prendere un drink con gli altri jazz-spettatori. Inoltre, verranno messe a disposizione alcune Fiat 500 per i test drive.

Per la prima volta a far parte degli sponsor ufficiali di Umbria Jazz entrano: il “Consorzio Tutela Vini di Orvieto” e “Fonti di Orvieto“ dell’acqua Tione. Dei finanziatori storici rimangono: il Comune di Orvieto, la Regione dell’Umbria, la Provincia di Terni, la Fondazione Cassa di Risparmio e CRO SpA, la Camera di Commercio e il gruppo Cramst.

Il programma della manifestazione era gelosamente tenuto segreto fino alla prima conferenza stampa del 5 novembre (seguita poi, il 1 dicembre, da quella nazionale a Roma nella “Casa del Jazz“). Il protagonista indiscusso sarà il jazz italiano. Molti dei musicisti si possono ascoltare più volte, magari in luoghi diversi.

Il festival verrà onorato dalle presenze di Gino Paoli, Andrea Mingardi e Mario Biondi. Di spicco è anche la partecipazione del sassofonista Joe Lovano, del trombettista Enrico Rava e del pianista Stefano Bollani. Ci saranno pure: Renato Sellani, Gianni Basso, Javier Girotto e Luciano Biondini.

Tra gli artisti americani bisogna nominare l’organista Dr. Lonnie Smith, il contrabbassista John Clayton e il giovane pianista Gerald Clayton che si esibirà in duo con il padre. Ci sarà anche il sestetto in cui figurano tra gli altri Eric Alexander, Jim Rotondi e Steve Davis.Uno degli eventi più significativi sarà la Messa in Duomo nel pomeriggio di Capodanno con la partecipazione del coro Gospel del Dr. Bobby Jones & The Nashville Super Choir.

Durante Umbria Jazz Winter verranno messe in vendita ad Orvieto duemila speciali ed esclusive felpe con la scritta “Umbria Jazz loves New Orleans”. Il prezzo sarà di € 40 ciascuna e il ricavato della vendita verrà destinato al sostegno delle persone colpite dall’uragano Katrina. Quest’azione è un gesto di amore e di riconoscimento verso quella parte dell’America nella quale è nato il jazz. In Umbria New Orleans ogni anno porta sia la sua musica sia la sua cultura rappresentata dai moltissimi artisti di strada che riproducono vari generi popolari che si intrecciano tra di loro.