Torino: la mobilità elettrica sale sul treno verde

0
4

[oblo_image id=”1″] Con il proprio impegno per lo sviluppo della mobilità elettrica, Renault partecipa al Treno Verde 2013, iniziativa promossa da Legambiente per diffondere la cultura ambientale ed uno stile di vita più sostenibile, che fa tappa a Torino da mercoledì 10 a venerdì 12 aprile.

Torino è l’ultima tappa della manifestazione Treno Verde giunta quest’anno alla 25ª edizione dopo Bari, Reggio Calabria, Salerno, Roma, Firenze, Bologna e Milano.

Durante ogni sosta il treno si trasforma in uno spazio espositivo aperto ai cittadini, alle scuole e alle istituzioni locali, accompagnandoli, carrozza dopo carrozza, alla scoperta del tema delle Smart Cities: energia pulita, architettura sostenibile, stili di vita virtuosi, verde urbano e mobilità sostenibile.

A bordo del treno, che sosterà lungo il binario I della Stazione di Porta Nuova, nel corso di queste giornate, sarà possibile visitare lo spazio espositivo di approfondimento dedicato alla mobilità elettrica, realizzato con la collaborazione di Renault, con informazioni su costi, vantaggi e modalità di funzionamento dei veicoli elettrici.

Fra gli appuntamenti previsti nelle tre giornate torinesi c’è anche in programma giovedì 11 aprile il “Trofeo 30 e lode”, una gara urbana tra auto a benzina e auto elettrica con l’obiettivo di individuare il veicolo più efficiente in termini di tempi di percorrenza, costi ambientali ed economici. Al trofeo parteciperà l’innovativo urban crosser 100% elettrico Renault Twizy.

La tecnologia 100% elettrica a zero emissioni è il modello di mobilità innovativa sostenuta da Renault quale soluzione più efficace per l’ambiente.

La sfida della mobilità elettrica vede Renault come l’unico costruttore automobilistico a proporre sul mercato una gamma completa di veicoli 100% elettrici tecnologicamente innovativi ed economicamente accessibili, adatti a tutte le esigenze di mobilità privata e professionale: il rivoluzionario quadriciclo Twizy pratica soluzione di mobilità urbana, la berlina compatta altamente tecnologica ZOE concentrato delle più avanzate tecnologie, come la ricarica rapida in soli 30 minuti e il tablet touch screen multimediale R-Link, la berlina grande Fluence Z.E. per una mobilità a zero emissioni nel massimo confort e la furgonetta commerciale Kangoo Z.E. per un trasporto merci ecologico.

Con un indice di motorizzazione di circa 60 autoveicoli ogni cento abitanti (fonte Euromobility, elaborazione Renault) nel 2012 Torino ha fatto registrare 118 superamenti della soglia di polveri sottili (Legambiente, Mal’aria di Città), un dato superiore di oltre tre volte il limite di 35 giorni previsto in un anno.

Considerando i valori di emissione dell’attuale parco circolante a Torino, Renault ha calcolato che nell’ipotesi che una percentuale pari allo 0,5% del parco auto circolante si convertisse all’elettrico, con la sostituzione di circa 2.700[1] veicoli termici con altrettante auto elettriche, si otterrebbe nel capoluogo piemontese un vantaggio ambientale pari a – 31.258,7 chilogrammi di monossido di carbonio CO, – 1.763 chilogrammi di polveri sottili PM10 e – 15.855 chilogrammi di ossidi di azoto NOX prodotti ogni anno (su una percorrenza media annua di circa 12.500 km).

“L’iniziativa Treno Verde rappresenta un’importante opportunità per entrare in contatto con le diverse realtà del territorio italiano evidenziando allo stesso tempo la centralità di un’evoluzione sostenibile della mobilità urbana nel rispetto dell’ambiente, delle città e delle persone – ha commentato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione di Renault Italia –. I veicoli elettrici possono rappresentare già adesso per i cittadini e per le istituzioni locali una soluzione efficace e senza impatti sull’ambiente per le diverse esigenze di mobilità: dalla mobilità privata e aziendale, ai sistemi di car-sharing elettrico, alla consegna ecologica delle merci nell’ultimo miglio.”

I veicoli elettrici rappresentano oggi una tecnologia ormai matura per integrarsi fra le possibili opzioni a disposizione dei decisori pubblici e del mercato per un muoversi più sostenibile ed economicamente conveniente. L’autonomia, in molti casi superiore ai 150 km (e come nel caso della Renault Zoe superiore ai 200), si dimostra in grado di soddisfare l’uso urbano dei veicoli, che nel 90% dei casi vede una percorrenza giornaliera al di sotto dei 60 km. Renault propone, inoltre, i propri veicoli elettrici a prezzi accessibili e con inedite formule di noleggio della batteria, che rendono il costo d’acquisto competitivo. I vantaggi economici dei veicoli elettrici non finiscono qui: incentivi all’acquisto fino a un massimo di 5.000 €, minore costo del “pieno d’energia” rispetto ai carburanti tradizionali (benzina, diesel metano, GPL), esenzione dal pagamento del bollo per i primi 5 anni, minori costi di manutenzione in assenza nel motore elettrico di componenti soggetti a periodica revisione e sostituzione (olio, filtri, candele, bobine, ecc…), e, in molte città, anche libero accesso alle ZTL e strisce blu gratuite.