Tecno&Food:l’innovazione arriva da Padova a Torino

0
9

[oblo_image id=”1″] Da nord-est a nord-ovest, tutto il dinamismo e la grande forza artigianale dalle mille capacita’ illimitate che da sempre impongono il Veneto come vera forza trainante dell’industria italiana fino al Piemonte, da sempre storica terra artigianale e struttura portante altrettanto fondamentale per l’economia del nostro Paese: da questa solida unione e da quest’incrocio, nasce quello che si puo’ definire come uno scambio culturale nel campo della ricettivita’ e dopo 12 edizioni di Tecno&Food organizzate nel quartiere fieristico di Padova (ultima Edizione a febbraio 2012, 300 espositori diretti e 20.000 visitatori professionali!), PadovaFiere Spa organizza con la sua consociata GL Events Italia Spa. la 13a Edizione di  “TECNO&FOOD” , la fiera professionale della ricettività, nel quartiere fieristico di Lingotto Fiere a Torino dal 24 al 26 marzo 2013. 

Questa nuova opportunità nasce dal collegamento diretto esistente tra Fiera di Padova e Fiera di Torino, entrambe società del gruppo francese GL EVENTS che conta oltre 80 quartieri fieristici e poli congressuali in tutto il mondo, dalla Francia al Brasile.  Grazie alla stessa organizzazione di PadovaFiere che ha ideato e gestisce dal 1998 Tecno&Food, questa 13a Edizione vuole essere una forte e nuova possibilità per le Aziende di esplorare un mercato importante italiano che comprende tutti i pubblici esercizi, bar, pizzerie e ristoranti del Piemonte, Val d’Aosta e Liguria (in particolare tutte le attività e pubblici esercizi del litorale ligure) per un totale di oltre 60.000 attività commerciali in un territorio geograficamente rilevante e territorialmente ricco nel quale non esiste una Fiera professionale business oriented totalmente dedicata e riservata agli operatori del settore pubblici esercizi e ricettività. 

La manifestazione si articolera’ in tre giornate fondamentali, destinate principalmente alle tre diverse categorie cosi’ organizzate: la domenica sara’ per la giornata per i bar, il lunedi’ per i ristoranti  e il martedi’ sara’ per gli alberghi.  Ad esporre per l’intera durata della manifestazione saranno aziende di attrezzature per bar, ristoranti ed alberghi, cucine e grandi impianti, arredamenti e contract alberghiero, forniture e servizi per pubblici esercizi, prodotti alimentari professionali, birra, caffè, vino e beverage.  Completa il format di Tecno&Food un calendario di appuntamenti dedicati alla formazione degli addetti ai lavori, eventi e degustazioni. A partire dai corsi organizzati in collaborazione con il Consorzio Zafferano sulla realizzazione di Finger Food realizzati con i prodotti alimentari tipici del Veneto e del Piemonte. E per mettere in relazione i prodotti tipici e gli chef delle due regioni verrà organizzato il “Premio Torino Finger Food 2013” con gli chef presenti in fiera che si cimenteranno a realizzare un Finger Food con tema “Veneto e Piemonte”.

Imperdibili saranno i corsi organizzati da Pizza e Pasta Italiana nelle giornate di Tecno&Food Torino. Dalle lezioni di pizza rotonda, pizza in pala , pizza dolce, con alcuni dei prodotti tipici del Piemonte, della Liguria, e della Valle D’Aosta, alla Lotteria della Pizza che consiste in una gara aperta a tutti i pizzaioli più fantasiosi che dovranno cimentarsi in una prova di fantasia e di abilità utilizzando i prodotti tipici di Piemonte, di Liguria, Valle d’Aosta e Veneto. Spazio anche per i pizzaioli del domani con Pizza Open Lab dove gli allievi una o più classi di un Istituto alberghiero piemontese si cimenteranno nella preparazione di impasti e pizze. All’allievo più bravo sarà consegnato in Kit completo da pizzaiolo (pala. Camice, grembiule e cappello forniti dalla Scuola Italiana Pizzaioli.

Questa nuova rassegna, che dal momento della sua nascita si svolgeva solo negli anni pari, in forma biennale e solamente a Padova, si alternera’ negli anni dispari a Torino aprendo  le porte ad un rinnovamento mirato e molto ponderato, in grado di sfruttare due diverse realta’ capofila dell’industria italiana, intrecciandole tra di loro e cogliendo tutti gli aspetti positivi ed utili per incrementare e portarsi alle spalle (cosi’ si spera) la grave crisi che attanaglia il nostro Paese.