Strana coppia Napoli-Cannes: il sogno comincia

0
7

[oblo_image id=”1″] Losapevate che a Cannes si può bere anche un buon caffè o assaporare una fumantepizza napoletana? Massimo Esposito a Cannes ha una trattoria dove si possonogustare piatti genuini della nostra tradizione partenopea. Nella città vecchiae più su nelle viuzze che si intersecano lungo la collina altri napoletani sonoda anni di casa come Amedeo, che ha un grazioso negozio di abbigliamento doveespone la “Moda Positano”, per non parlare di Giovanni Ghidi, ilmaitre del ristorante “La petite Maison de Nicole” dell’Hoteldi lusso Majestic Barrière, che da dieci anni ha scelto di trasferirsi inFrancia.

A Cannessi viene sempre molto volentieri e in tutti i mesi dell’anno il turista puògodere l’appuntamento con “l’arte di vivere” nelle suemolteplici sfaccettature. Per esempio si è da poco concluso il “CannesShopping Festival” che da dieci anni esalta la moda e lo stile francesecon le Maison del prêt-à-porter. La parola “lusso” è intesa noncome ostentazione ma come vero e proprio stile di vita. La città è da moltianni meta privilegiata per chi desidera abbinare al riposo del corpo e dellospirito la possibilità di svago e di partecipazione ai molti eventi culturali edi spettacolo che caratterizzano il fitto calendario degli appuntamenti. Abiti,accessori, tutto il meglio della moda primavera/estate è stata protagonista eogni serata si è caratterizzata da veri e propri spettacoli. L’atelier diDenis Durand (www.denisdurandcouture.com) ha aperto l’anteprima dellesfilate al Casinò Palm Beach, avendo come leit motiv quest’anno lo stilegiapponese, nell’ottica di una ricerca continua volta a creare abitid’alta classe, combinando le tendenze future ad un’eleganza senza tempo.In questa occasione Durand ha presentato il “Parfum Couture”, che èentrato in commercio proprio in questi giorni, con Martine Micallef dellaomonima azienda di Grasse (www.mmicallef.com). La fragranza intensa è data dagliagrumi mediterranei e dalla cannella di Ceylon che si combinano con lamorbidezza delle note floreali, mentre le note di fondo sono datedall’ambra, dal legno di sandalo e dal muschio bianco. Dall’incontroromantico della coppia Martine Micallef e Geoffrey Nejman e dal desiderio dicreare prodotti di lusso fatti a mano, che combinano il designer e lafragranza, nascono le creazioni che vedono la loro azienda presente in 750punti vendita sparsi in 39 paesi del mondo. “Galeries Lafayette” haorganizzato la festa inaugurale delle giornate dedicate alla moda sullapasserella dell’Auditorium del Palazzo dei Festival e dei Congressi conun evento che ha rappresentato la fusione della moda e dello sport. Lospettacolo nuovo ed esclusivo è stato caratterizzato da artisti come MrOneTeas, il cui vero nome è Antonio Alberti, che con la sua arte di pitturaacrilica lascia il “segno” per le strade di grandi città del mondo.La musica è stata protagonista con la pop rock band Fox e con il gruppo Lya,formato da cinque ragazzi che attraverso la musica fa un viaggio stravagantenelle terre del “Ayeur mondo”, per non parlare delle performanceartistiche e acrobatiche presentate da Andrea Catozzi e Benoit Tardieu ed isuoi ballerini: Brandon Maillet e Manon Puzin Medout. Sulla ribalta ancora ilbel canto con il soprano Elodie Tisserand, nonchè il mondo creativo di loliteZannou e Emmy Maria Corso e il creatore Ivan Aiplatov, membro permanente dellasettimana della moda a Mosca. Nell’occasione si è avuta la partecipazionedei pugili professionisti: Norman Hoegen, Dylan Charrat, Justine Lepoultier,Amel Amouar, Clément Lubrano. La decima edizione è stata anche l’occasione dipresentare il lavoro di giovani talenti delle quattro scuole di Cannes diriferimento nel campo della moda, dello spettacolo e della bellezza.  Moltosuccesso hanno riscosso le dimostrazioni di acconciatori con la Scuola Balzac(www.ecole-balzac.fr) e di truccatori della scuola Elysées Marbeuf(www.elysees-marbeuf.fr), accanto alle mostre di costumi teatrali, realizzatidagli studenti del Liceo Les Coteaux (www.ac-nice.fr/coteaux). Nel Foyer Debussydel Palazzo dei Congressi si è svolta la sfilata della scuola di Cannes, AlineBuffet (www.alinebuffet.com), primo istituto privato di moda della CostaAzzurra, che porta avanti corsi di formazione professionale di taglio, cucito edi design della durata di tre anni. Gran finale nel grande Auditorium dove si èsvolto il défilé “Asbolutely Fabulous”. «Uno spettacolo che parladi moda danzando … dove poesia fa rima con follia», così Bruno Vandellidefinisce il suo nuovo défilé che fa emergere il suo talento di coreografo e diregista. La ballerina Cathy Masson ha accompagnato la sfilata delle modelle cheha visto la partecipazione degli stilisti locali: William Teuquin, che è statopresente con il Fresh Cancan; Eva Kiba, grazie allo slogan “Arte da indossare- Arte di vivere”, ha presentato abiti da sposa e abiti da sera su misura;creatore di abbigliamento personalizzato e di costumi di prestigio è LaurentRolli, che ama discutere con i clienti dei suoi progetti che diventanocreazioni di successo; Geremia Correia da appassionato di moda e di arte prestaparticolare attenzione all’haute couture. Intanto c’è molta attesaper l’appuntamento dal 15 al 26 maggio con il Festival del Cinema, che rappresentail principale mercato in cui si vendono e si comprano i diritticinematografici. Quest’anno il Festival vedrà, per la 66a edizione, qualepresidente di giuria Steven Spielberg. L’Ufficio del Turismo diCannes (www.cannes-destinazione.it) è a disposizione per le visite guidate alPalazzo dei Festival e dei Congressi ed alla città, per le informazioni sullaCosta Azzurra e Cannes si può accedere al sito dell’Ente del TurismoFrancese – Atout France Italie: http://it.rendezvousenfrance.com/it.

Intantosu la Croisette, uno dei boulevard più famosi al mondo, tanta arte aspetta ivisitatori. È il Centro d’Arte “La Malmaison”, diretto daFrédéric Ballester che espone per tutto aprile la mostra del fotografo AndrèVillers, scaturita da 60 anni di attività a base di diverse tecnicheinnovative. In mostra ben 400 lavori di Villers che fanno parte sia della suacollezione privata, sia del Centro d’Arte, che ha acquistato alcune foto-collagecirca dieci anni fa.

Pergiugno il direttore Ballester ci ha anticipato una vera chicca. Si tratta dellamostra “Picasso, les erotiques”, che sarà visitabile dal 23 giugnoal 27 ottobre. Saranno in esposizione ben 100 opere di Picasso, che provengonodalle collezioni private di Marina Picasso, Galeria Guy Pieters, Ramié. Questaimportante esposizione rientra nel contesto delle celebrazioni per i 40 annidalla morte di Picasso e la città di Cannes ha inteso ricordare il grandeartista con le altre città del Sud della Francia quali Mougins e Vallaurins.