Spalletti e Zenit: matrimonio in vista

0
5

[oblo_image id=”1″] Manca ancora l’ufficialità, ma l’accordo tra Luciano Spalletti e lo Zenit è cosa fatta. Il tecnico toscano è volato a San Pietroburgo per definire gli ultimi dettagli di un contratto che – secondo le fonti russe – prevede un accordo pluriennale per una cifra vicina ai 3 milioni a stagione. Non c’è fretta perchè l’operazione potrebbe concludersi a Marzo, in tempo per la ripresa dopo la lunghissima sosta invernale. Per Spalletti, impossibilitato ad allenare una formazione di serie A fino al termine del campionato dopo le dimissioni dalla panchina della Roma, arriva una panchina importante nella squadra appoggiata dalla Gazprom, colosso petrolchimico, e che dopo il successo nella Coppa Uefa 2007 mira a scalare la Champions. Sarà l’ennesimo tecnico esportato dal nostro calcio: a conferma dell’apprezzameentoo del nostro sapere tattico a dispetto dei luoghi comuni e delle frecciate della stampa estera sul nostro difensivismo. Non è escluso che Spalletti richiami qualcuno dei suoi pupilli  per la nuova avventura: il maggior indiziato è David Pizarro, in scadenza di contratto e poco in sintonia con le idee di Claudio Ranieri. Strani destini che si incrociano da Roma a San Pietroburgo, da un impero all’altro. Accomunati dalla stessa voglia di tornare grandi.