martedì, Gennaio 19, 2021
Home Cultura Social Media e Juventus: un binomio quasi perfetto

Social Media e Juventus: un binomio quasi perfetto

[oblo_image id=”1″] “…Simili a degli eroi, abbiamo il cuore a striscie, portaci dove vuoi, verso le tue conquiste…” con queste parole si apre l’inno ufficiale della Juventus che campeggia ormai puntualmente allo J STADIUM ad ogni inizio di partita , ma non e’ il solo momento in cui lo possiamo sentire! Il 27 aprile 2011 la Juventus sbarcava sui social media con l’obiettivo di fare della comunicazione digitale uno strumento in grado di creare valore per i naviganti in rete del mondo bianconero. Da allora molto e’ cambiato nel modo in cui il club comunica, si relaziona con i tifosi e da visibilita’ agli sponsor. Partendo dal caso Juventus analizzeremo perche’ il binomio social -media e sport professionistico sia diventato un fenomeno di successo. Partecipano: Steve Nuttal (senior director sports Youtube EMEA), Federcio Palomba (capo new media communication Juventus FC), Claudio Albanese (direttore Communication and External Relations Juventus FC), Modera Massimo Sideri (giornalista Corriere della Sera). Andando a scartabellare negli annali della storia della Juventus sicuramente si rammentera’ la stagione 2010/2011 come un’annata mediocre e modesta per quanto avvenne sul campo ma, nel contempo, si ricordera’ in modo sensazionale in virtu’ di uno straordinario avvenimento che proiettava la Societa’ torinese nel grande mondo dei social media. Correva il 27 aprile del 2011 e dopo l’ultimo deludente risultato, l’ennesimo 2 a 2 in rimonta dopo un simile risultato poco prima di Pasqua che, indubbiamente, gettava ombre e malumore sulla travagliata stagione della squadra bianconera che proprio non riusciva a trovare una degna quadratura con il suo scadente settimo posto in campionato, ecco nascere il progetto “Social Media Juventus” che avvicinava una squadra di calcio con un bacino di utenza radicato capillarmente e radicalmente in tutta Italia ma anche nel mondo intero e in alcuni angoli del globo dove davvero non si scommetterebbe che vi siano simpatizzanti del tifo bianconero come di qualsiasi altra squadra italiana e di un altro Paese. Tutti gli stakeholders ( i naviganti degli innumerevoli social forum) che campeggiano in Italia dopo la colonizzazione dovuta dal fenomeno “internet” che ha cambiato di molto la vita quotidiana di ciascuno di noi, hanno potuto trarre giovamento dalla creazione del social media ufficiale della societa’ che ha finora raggiunto un numero considerevole di utenti tenuto anche conto dell’esistenza gia’ di altri social media non ufficiali che raggiungevano un buon numero di passaggi e di utenti e si candida oggi come uno dei social media piu’ affermati del territorio nazionale a dispetto di altre societa’ che fino a questo momento non hanno avuto risultati considerevoli. Ma sono le due principali figure della communication bianconera ad enunciarci in mariera chiara tutto quanto e’ stato fatto e tutto quello che si vorra’ raggiungere in futuro, un futuro che e’ gia’ iniziato: LA SCOMMESSA, parlano Claudio Albanese e Federico Palomba, ERA QUELLA DI COSTRUIRE UNO STAFF DINAMICO CON LA MASSIMA COLLABORAZIONE ED ATTENZIONE DA PARTE DELLA SOCIETA’ E DI APPROFONDIRE ED AFFINARE LA COSTANTE E SEMPRE PIU’ CRESCENTE VOGLIA DA PARTE DEI TIFOSI BIANCONERI CHE IN ITALIA RAPPRESENTANO GIA’ UNA FORZA CONSIDEREVOLE, DI INTERAGIRE DIRETTAMENTE CON LA SOCIETA’, RESTANDO SEMPRE ATTENTI A FILTRARE VOLGARITA’ E COMPORTAMENTI LESIVI E ANCHE CAPITASSE, I VIDEO E I CORI CHE SCATURIREBBERO INTERESSE CRESCENTE TRA I PIU’ CLICCATI E TAGGATI, SAREBEBRO ESCLUSI PER IL LORO CONTENUTO NON IN SINTONIA CON LA LINEA VOLUTA DALLA SOCIETA’. PREMESSO CHE ESISTONO MOLTI PROFILI FASULLI A CUI VENGONO ABBINATI IPOTETICI CALCIATORI O DIRIGENTI SOCIETARI, SIA SU FACEBOOK CHE SI TWITTER, CHE PROVEREMO SEMPRE A SMENTIRE QUANDO SERVIRA’, NOI PUNTIAMO AD OFFRIRE UN CONTINUO AGGIORNAMENTO COSTANTE CON TEMI ED ARGOMENTAZIONI SEMPRE NUOVI E SEMPRE CON UN CRESCENTE INTERESSE CHE POSSA COINVOLGERE IL MAGGIOR NUMERO POSSIBILE DI UTENTI BIANCONERI E NON, PROPRIO PER LA NON ESCLUSIVITA’ DEL PRODOTTO OFFERTO. NATURALMENTE I SITI DI NICCHIA RESTANO APPOSITAMENTE PER TUTTI COLORO CHE DESIDERINO AFFRONTARE PROBLEMATICHE DIVERSE DA QUELLE TRATTATE IN ATTUALITA’. QUESTO NUOVO SOCIAL MEDIA E’ NATO IN UN MOMENTO DELICATO E PARTICOLARE NELLA STORIA DELLA JUVENTUS E IN UN PERIODO CHE SICURAMENTE AVRA’ APERTO MOLTI ARGOMENTI SU CUI DISCUTERE: ERA UNA JUVE FALLIMENTARE E DISCUTIBILE CHE OCCUPAVA UNA POSIZIONE CHE NON RENDEVA MERITO AL VALORE DELLA SOCIETA’; COME SI SA IL RISULTATO DI UNA PARTITA DI CALCIO PUO’ RISPECCHIARE L’UMORE DI UNA PERSONA A SECONDA DI QUALE SIA IL RISULTATO E CIO’ AVVICINA NOTEVOLMENTE AD UNA DISCUSSIONE CREATIVA E COSTRUTTIVA: IL NOSTRO OBIETTIVO NON E’ QUELLO DI DISCUTERE DEL MERCATO CALCISTICO OPPURE DI FORNIRE UNA CRONACA APPROFONDITA DI TUTTI GLI INCONTRI DELLA SQUADRA DI CUI, SINCERAMENTE, NON AVREMMO NEPPURE LA COMPETENZA DI FARLO, MA TUTTE LE STRATEGIE PER AVVICINARE IL TIFOSO ALLA SQUADRA. LA JUVENTUS ATTUA LA SUA POLITICA DI RINNOVAMENTO CHE DAL POST CALCIOPOLI, DOPO MOLTI TENENNAMENTI E FALSE PARTENZE HA RESTITUITO FINALMENTE AL CALCIO ITALIANO ED INTERNAZIONALE UNA JUVE VINCENTE, CON LA CONQUISTA DELLO SCUDETTO, LA VALORIZZAZIONE DEL PROPRIO PARCO GIOCATORI E UN PRODOTTO SEMPRE PIU’ INNOVATIVO DA OFFRIRE AL TIFOSO CHE, COME VEDREMO, PUO’ ARRIVARE ANCHE DAGLI SVARIATI ANGOLI DELLA TERRA. QUANDO LO SCORSO ANNO INAUGURAMMO LO STADIO OFFRENDO UNA CERIMONIA CHE VERRA’ DAVVERO RICORDATA PER ORIGINALITA’ E COMMOZIONE CON MOLTE FIGURE MEMORABILI CHE FECERO LA NOSTRA STORIA, PENSAMMO BENE DI INVITARE ALLA NOSTRA FESTA UNA SQUADRA CHE DAPPRIMA DESTO’ PERPLESSITA’ PERCHE’ NON ERA AI VERTICI DEL CALCIO INTERNAZIONALE, MA CHE POI SPIEGAMMO CHE LO STOKE CITY, LA SQUADRA IN QUESTIONE, ERA UNO DEI CLUBS INGLESI PIU’ LONGEVI DELLA STORIA CON I SUOI 150 ANNI E CHE INSIEME AL NEWCASTLE RAPPRESENTA GLI ARBORI DEL CALCIO MODERNO: SI RICORDERA’ CHE CI FU IL FAMOSO SCAMBIO DI MAGLIE E DA QUI NACQUERO I COLORI BIANCONERI ABBINATI AL NOME DELLA SOCIETA’. SEMPRE PARLANDO DI QUESTO TEMA, CI VENNE LA GRANDE IDEA DI POTER OFFRIRE A TUTTI I TIFOSI CHE LO VOLESSERO, LA POSSIBILITA’ DI POTERSI TAGGARE ED INDICARSI SULLE TRIBUNE DELLO STADIO PER AVERE IL PRIVILEGIO DI POTER DIRE “IO C’ERO”. CURIOSO POTER CONSIDERARE ORA. CHE IL NOSTRO UFFICIO LEGALE ERA LETTERALMENTE TERRORIZZATO DAL POTERSI RITROVARE UNA VALANGA DI CAUSE PER VIOLAZIONE DELLA PRIVACY, MA A SORPRESA NON ABBIAMO AVUTO NESSUN TIPO DI PROBLEMA. QUESTO CI FA CAPIRE COME L’INIZIATIVA PROPOSTA SIA STATA APPREZZATA PRATICAMENTE DA TUTTI! E’ BELLO POTER CONSIDERARE COME CI SIANO TIFOSI CHE CI SCRIVONO DA QUALSIASI PARTE, COME IL RAGAZZO INDONESIANO CHE MANDO’, DURANTE IL PRIMO TEMPO DELL’INCONTRO JUVENTUS – LAZIO DEL NOVEMBRE DELL’ANNO SCORSO, UNA SUA IMMAGINE DI COME FOSSE INTENTO A GUARDARE LA PARTITA INSIEME AD ALCUNI AMICI (una sala praticamente piena zeppa di indonesiani juventini con maglie a striscie bianconere) PER QUESTO, DA QUI NASCE L’ESIGENZA DI POTER OFFRIRE UN PRODOTTO SEMPRE AGGIORNATO E SEMPRE INNOVATIVO CON UNA QUALITA’ DI ARGOMENTAZIONI SEMPRE NUOVA E DI GRANDE INTERESSE. I NOSTRI RISULTATI DOPO QUESTO PRIMO ANNO E MEZZO SONO DECISAMENTE BUONI, ALTRE SQUADRE DI SERIE A CON IL NOSTRO STESSO PROGETTO HANNO TROVATO RISULTATI SINORA INFERIORI RISPETTO AL NOSTRO; LA NOSTRA SITUAZIONE IN QUESTO MOMENTO SI PUO’ DEFINIRE ROSEA E SI PUO’ DIRE CHE STIAMO INSEGUENDO, ESSENDO PARTITI TARDI RISPETTO AD ALTRI, MA STIAMO COLMANDO IL GAP CHE CI DIVIDE DAI SOCIAL MEDIA PIU’ FAMOSI E CONSOLIDATI. SICURAMENTE IL PERSONAGGIO CHE MERITA DI ESSERE CITATO E CHE RISCUOTE PIU’ ATTENZIONI NEL MONDO DEI BLOGGERS E’ CRISTIANO RONALDO O CR7, CHE CON I SUOI 48 MILIONI DI CLICCATE E DI CONTATTI E’ IL PIU’ GRANDE PESONAGGIO MEDIATICO DEL MONDO DEL PALLONE, QUASI O ADDIRITTURA PIU’ IMPORTANTE RISPETTO UNA ROCK STAR! TUTTE LE FASCE GEOGRAFICHE DI TIFO MONDIALE, COME GIA’ ABBIAMO VISTO QUEST’ESTATE NELLA SUPERCOPPA VINTA A PECHINO, SONO SIA IN CINA CON UNO STADIO STRACOLMO DI MAGLIE BIANCONERE E SIA, COME GIA’ EVIDENZIATO PRIMA, IN INDONESIA, DOVE IL CAMPIONATO, CHE NON E’ EVIDENTEMENTE DI PRIMISSIMA QUALITA’ RISPETTO A QUELLI EUROPEI O SUDAMERICANI, IN GRADO DI ATTIRARE UN BACINO DI UTENZA VERAMENTE ELEVATO, QUINDI SI SEGUONO TUTTI I CAMPIONATI STRANIERI RILEVANTI, TRA CUI QUELLO ITALIANO E PROPRIO PER QUESTO MERITANO UN PRODOTTO INNOVATIVO E SEMPRE AL LORO FIANCO ED IN LINEA CON TUTTI COLORO CHE ATTRAVERSO I SOCIAL MEDIA VOGLIONO RESTARE VICINO ALLA LORO SQUADRA DEL CUORE. ANCHE IN BASE A QUESTA ESIGENZA CI SARANNO NUMEROSE VERSIONI LINGUISTICHE CHE COINVOLGERANNO ANCHE LE LINGUE DIVERSE DALL’ITALIANO E L’INGLESE.
Tra questi , come considerazione mia personale, aggiungerei il campionato australiano che, paragonato sicuramente a quello indonesiano per tasso tecnico e grado di interesse, da quest’anno potrebbe invertire la sua tendenza con l’ingaggio, da parte del Sidney FC, di Alessandro Del Piero, che portera’ ad incrementare il valore e magari ad invertire la tendenza con effetto pari a quello di un trampolino di lancio nel mondo della communication dei social media, scaturendo interesse ed attrazione da questo cambiamento. Ovviamente questo e’ il mio augurio!
Come ciliegina finale, il video ancora oggi piu’ cliccato su You tube, che ritrae Antonio Conte che abbraccia tutti i suoi giocatori uno per uno dopo la vittoria per 2 a 0 contro il Milan nel campionato scorso che evidentemente e’ stata grande oggetto di discussione nel campionato scorso, che ha portato la vincita dello scudetto. Ultima nota, colorita, per restare in tema di eterna rivalita’ calcistica, il grande disappunto di mister Steve Nuttal direttore di Youtube sports che ha pure evidenziato le grandi innovazioni che hanno cambiato il mondo del web ma che si e’ letteralmente indispettito quando gli hanno chiesto, conoscendo gia’ la sua grande passione calcistica per il Manchester City, se conoscesse lo United Manchester squadra di azionariato popolare, terza squadra della citta’ ma evidentemente poco gradita al Senior Director inglese che, essendo un “citizen” (soprannome affettuoso affibbiato al Man City) non si risconosca assolutamente ad essere affiancato ai “reds” di Sir Alex Fergus (il Man. United appunto). Visto l’argomento trattato e discusso quasi animatamente durante questo forum … anche questo fa spettacolo, come si direbbe nei piu’ famosi varieta’ televisivi.

Most Popular

Recent Comments