Siena apre le danze per il “Palio del Cinema”

0
5

[oblo_image id=”1″]Il cinema d’autore torna all’ombra della Torre del Mangia. Dopo il successo delle passate edizioni che hanno visto come protagonisti importanti personalità del mondo del cinema e dello spettacolo, il Terra di Siena Film Festival torna da oggi, 6 ottobre, fino a sabato 10 con il concorso internazionale cinematografico dedicato ai valori e alle tematiche sociali e umanitarie che hanno valso alla XIII edizione la Medaglia d’oro quale premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il Festival vedrà quest’anno la partecipazione di registi, produttori e critici di livello internazionale e la presenza, fra gli altri, degli attori Valeria Golino, Piera Degli Esposti, Sebastiano Somma e di due premi Oscar come la costumista Gabriella Pescucci ed il regista Bob Rafelson.

Spazio anche agli studenti dell’Università degli Studi di Siena, alcuni dei quali parteciperanno attivamente come giurati, presieduti da Ugo Di Tullio, Presidente della  ediateca Regionale Toscana. Un’ importante occasione questa per gli studenti per entrare a contatto direttamente con la realtà del cinema italiano e internazionale e poter condividere la visione critica e teorica di esperti del settore quali storici e critici di riviste specializzate per poter apporre un giudizio concreto alle opere in concorso.

Chicca di quest’anno la proiezione di “Lost Horizon” di Frank Capra, un film del 1937 nella
versione restaurata dall’American Film Institute, che riutilizza l’inedita colonna sonora integrale, costituendo un importante ponte tra occidente ed oriente. Attesissimo l’omaggio che quest’anno il Festival vuole rendere alla costumista di fama mondiale Premio Oscar Gabriella Pescucci.

L’Aula Magna Storica del Rettorato dell’Università degli Studi di Siena sarà la sede della Tavola rotonda “Donne senza veli”, che avrà come tema la condizione femminile nel mondo islamico, altra tematica forte presente in molti dei film in concorso. Tra gli eventi collaterali, la presentazione di due libri sul cinema, uno di Roberto Donati su Sergio Leone, l’altro di Mario Dal Bello “Il melò ritrovato” da cui è stato tratto il film in concorso “Il compleanno”.

In chiusura, sabato 10, la cerimonia di premiazione con il Sanese d’oro al film vincitore del concorso, premio Music Feel della Critica e la Targa del Terra di Siena Film Festival a Valeria Golino e a Bob Rafelson, il regista americano che vanta un lungo sodalizio artistico con Jack Nicholson, che incontrerà gli studenti dell’Università degli Studi di Siena per discutere di cinema. Il programma e gli appuntamenti collaterali su www.sienafilmfestival.it.