Pubblicato il: 14 Gennaio 2014

Seedorf allenatore, ritorno a casa Milan. Due anni e mezzo di contratto

Seedorf allenatore

Seedorf allenatore

Seedorf allenatore ,  ritorno a casa Milan

A volte ritornano e che lui sarebbe ritornato lo sapevano tutti. Clarence Seedorf fa nuovamente il suo ingresso in casa Milan dalla porta principale: allenatore subito. Si è liberato dagli impegni col Botafogo per prendere il timone di una nave alla deriva: ha anticipato l’operazione rilancio per sfruttare i prossimi mesi per fare l’inventario. Non ha esperienza da allenatore ma un contratto di due anni e mezzo, non è la scelta di Galliani ma ha la stima incondizionata del presidente Berlusconi. Nessuna frase a effetto nella presentazione per la pantera di Paramaribo: la conferma di aver scelto il cuore, di essere legato ai colori rossoneri come a una seconda pelle e l’entusiasmo per un’avventura da vivere tutta d’un fiato. Mi viene in mente una delle frasi più celebri di Michael Jordan: “Ho sbagliato migliaia di tiri, decine di volte i miei compagni mi hanno affidato il pallone decisivo e l’ho sciupato, altre sere non ho indovinato una conclusione. Ma non ho mai avuto paura di sbagliare e per questo mi sono preso tutto quello che volevo”. Seedorf ha la stessa ambizione, anche da calciatore ha sbagliato ma si è preso sempre le responsabilità. Anche quelle degli altri. Se il pubblico applaudiva, ringraziava. Se il pubblico fischiava, si faceva dare la palla per cercare la giocata ancora più difficile. Va all in di prima mano: se funziona col Milan, viene lanciato nell’Olimpo degli allenatori. Se gira storto, rischia di bruciare tutte le sue carte. Ma lo ha detto: “E’ una scelta di cuore. La testa a volte sbaglia, il cuore no”. Porta linfa nuova e un nuovo staff (quasi sicuro l’arrivo di Hernan Crespo): metodologie avveniristiche, qualcosa del modello Ajax da cui è partito. Avrà probabilmente tanti collaboratori, ma non per mancanza di fiducia in se stesso: vuole esperti per ogni aspetto tecnico, Amsterdam docet. E’ chiamato a spazzare via la nebbia dalla testa dei giocatori, a riaccendere l’interruttore di una squadra da mesi bloccata sul tasto off. Rischierà perchè ha sempre rischiato. La garanzia è che ha quasi sempre vinto.

Seedorf allenatore, ritorno a casa Milan

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com