lunedì, Gennaio 18, 2021
Home Spettacolo Cinema Roma, Coelho lancia il suo "web-kolossal"

Roma, Coelho lancia il suo “web-kolossal”

[oblo_image id=”1″]Ogni lettore quando legge un libro in testa si fa un film. Ed è per questo che Paulo Coelho, un autore da 130 milioni di copie nel mondo, 6 milioni solo in Italia, tradotto in 160 paesi, per molto tempo, dalla seconda metà degli anni ’90 in cui ha cominciato a diventare popolare, ha resistito ad ogni tentazione di cedere i diritti cinematografici dei propri libri nonostante le molte proposte. Poi ha scoperto internet. E ha cambiato idea.

Complice il web, Coelho si è lanciato in un’operazione unica nel suo genere, che ha visto per la prima volta la luce al Festival del cinema di Roma. “Paulo Coelho’s The experimental witch”, un film ‘comunitariò realizzato dai fan-lettori dello scrittore basandosi sul libro La strega di Portobello. Lettori che si sono lanciati in oltre 6 mila su Myspace e poi sul blog di Coelho per rispondere al concorso, dal quale poi sono nate varie selezioni, «alle quali non ho voluto partecipare perchè la decisione era troppo dolorosa», fino ad una rosa ristretta di 14 lettori da tutto il mondo (di cui nessun italiano).

Il film sperimentale, con tante singole produzioni autofinanziate dai produttori improvvisatisi registi, attori, sceneggiatori, arriverà nelle sale e poi in una versione integrale di 6 ore in dvd insieme al libro. «Ho commesso l’errore – ha dichiarato lo scrittore di Rio de Janeiro, in piena forma “ammaliatrice” – di non aver dato limiti di tempo ai lettori e quindi le realizzazioni inviate hanno comportato un lavoro di editing pazzesco. I lavori alla fine danno un’immagine unitaria dei personaggi anche se le provenienze e le realizzazioni sono le più diverse». A centro c’è Athena, una donna misteriosa, fuggita a Londra mentre il suo Libano è in piena guerra civile. Sfuggita al conflitto, Athena però non riesce a fuggire dal proprio destino di conoscenza di se stessa e del suo passato.

«Ad un certo punto ho cambiato idea: la mia ritrosia verso il cinema è svanita – Dopo questo progetto con i lettori ho ceduto i diritti di tre romanzi che diventeranno film: L’Alchimista, le cui riprese con la produzione Weinstein sono in preparazione; Veronika decide di morire e 11 Minuti con Mickey Rourke e Vincent Cassel. E pensare che ad oggi solo due film adattati da libri mi sono piaciuti: Il padrino e la donna del tenente francese». Una ritrosia talmente scomparsa verso il mondo del cinema da aver ambientato al festival di Cannes il suo ultimo romanzo, quasi un thriller, appena uscito, “Il vincitore è solo”.

Fiori d’arancio e riso (vero) in passerella poi per la presentazione di Oggi Sposi di Luca Lucini con un invidiabile parterre di giovani speranze (Luca Argentero, Moran Atias, Filippo Nigro, Isabella Ragonese, Carolina Crescentini, Gabriella Pession) più Michele Placido e Renato Pozzetto in un simpatico ingorgo di storie. Tra parentesi: in conferenza stampa c’è chi è riuscito a polemizzare sul personaggio di Nigro, un pubblico ministero definito “secchione”, tacciando Lucini di pseudoberlusconismo. Non parlavamo di cinema? Un consiglio: mangiate più confetti. Addolciscono la vita.

Most Popular

Recent Comments