Presentata la seconda edizione di “Vesuvinum”

0
5

[oblo_image id=”1″]Villa Bifluco, residenza del XVIII secolo d.C., riapre le porte con la seconda edizione di “VESUVINUM – I giorni del Lacryma Crhisti” – Premio Amodio Pesce, dal nome del Presidente nonché famoso enologo ed esperto di settore. Alla conferenza stampa, alla quale erano presenti ben diciassette partner istituzionali – tra cui la Regione Campania – Assessorato Agricoltura, la Provincia di Napoli, il Parco Nazionale del Vesuvio e i vari Comuni Vesuviani nonché quasi venti collaborazioni – sono intervenuti ben sessanta produttori locali che, tralasciando l’individualità propria di ogni azienda, hanno dato vita ad un’unica etichetta di vino, VESUVINUM, conferita al famoso Lacryma Christi, Doc riconosciuto nel 1983 e valorizzato dall’istituzione dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio.

La conferenza, svoltasi nella zona sovrastante la peculiare cantina di famiglia Carullo, in uno scenario che richiamava antiche suggestioni mediante un sapiente gioco di luci ed ombre, ha messo in risalto l’importanza dei valori che caratterizzeranno l’intero percorso di manifestazioni, che si terranno dall’11 al 13 settembre 2009 presso il Palazzo Mediceo, definito “il palazzo delle 375 stanze” grazie al noto pittore Angelus Mozzillo, e antica residenza signorile di Bernardetto de’ Medici, grazie al quale essa acquistò un carattere rinascimentale.

Tale premio, come sapientemente sottolineato da Michele Romano, Presidente della Strada del Vino e del Vesuvio, rappresenta “l’orgoglio di un’appartenenza ad un territorio ricco di sapori e colori” ed è il risultato di un cammino, fatto di esperienze e varie realtà locali. Insieme al coordinatore dei lavori, il noto giornalista Luciano Pignataro, e al Presidente del Parco, Ugo Leone, è stato reso noto come siano stati sbloccati ben quattro milioni e mezzo di fondi per dar vita all’enoteca regionale, che troverà nella Città della Scienza il suo centro propulsore, e quali siano le finalità del DGR n. 3504/01, tentativo di razionalizzazione e riqualificazione del turismo, mediante un’offerta enogastronomica.

La sala era gremita di giornalisti ed esperti di settore, che hanno potuto degustare nei giardini della villa vari prodotti tipici locali, grazie allo staff del limitrofo Istituto Alberghiero “Luigi De’Medici”, sito in Ottaviano, ed il clima ha favorito l’accogliente ed invitante buffet.

Protagonista assoluto il “Lacryma Christi“, il cui nome deriva dalle lacrime di Cristo, secondo due diverse leggende popolari, in seguito o al furto di un pezzo di Paradiso, da parte del dispettoso Lucifero, o all’incontro tra lo stesso Figlio del Padre ed un eremita, che seppe trasformare la sua bevanda – poco appetibile – in vino saporito.

Questa la proposta nei giorni 11 – 13 settembre 2009, come da programma allegato.

Venerdì 11 settembre
Ore 9,00 – Insediamento della Giuria “Premio Amodio Pesce” presso il Circolo A. Diaz di Ottaviano (Na) per il panel di degustazione del Lacryma Christi del Vesuvio doc, categorie Bianco, Rosso e Rosato Ore 13,00 – Pranzo di gala
Ore 18,00 – Apertura degli stand e degli spazi espositivi allestiti in Via Palazzo del Principe e all’interno del Palazzo Mediceo
– Vesuvio, Etna e Soave: I Bianchi
Degustazione guidata a cura dell’ AIS – Comuni Vesuviani Su prenotazione
ore 18,00 – Convegno ISTITUZIONALE: “La Regione Campania e l’Agricoltura del Futuro”Ore 20,00 – I Tipici del Vesuvio.

– Degustazione guidata dei distillati tipici vesuviani.
– Degustazione di confettura, nettare e sciroppate di albicocche del Vesuvio IGP.
– Degustazione di bruschetta con pomodorino del “piennolo” del Vesuvio DOP

Sabato 12 settembre

Ore 10,00 – Apertura degli stand e degli spazi espositivi allestiti in Via Palazzo del Principe e all’interno del Palazzo Mediceo

– Visite guidate sul territorio vesuviano: le aziende associate alla strada del vino, la cultura vesuviana, il vulcano.
– Visita guidata all’Antiquarium: Uomo e Ambiente nel territorio vesuviano e agli scavi di Villa Regina di Boscoreale. Ascesa al Gran Cono lungo la strada Matrone.
– Visita guidata a Palazzo Medici e alla Chiesa di San Michele.
Escursione sul Vesuvio lato Ottaviano con il supporto della Guardia Forestale.
– Visita guidata nel centro storico di Somma Vesuviana.
– Visita guidata lungo i vigneti di Terzigno con mostra fotografica e riproduzioni di quadri, gouaches, stampe d’epoca relative a tutte le eruzioni a partire dal 1631.

ore 16,30 – Vesuvio, Etna e Soave: I Rossi
Degustazione guidata a cura dell’Ais – Comuni Vesuviani. Su prenotazione

ore 18,00 CONVEGNO: L’ambiente dei Vulcani

Ore 20,00 – I Tipici del Vesuvio.

– Degustazione guidata dei distillati tipici vesuviani.
– Degustazione di confettura, nettare e sciroppate di albicocche del Vesuvio IGP.
– Degustazione di bruschetta con pomodorino del “piennolo” del Vesuvio DOP

Domenica 13 settembre
Ore 10,00 – Apertura degli stand e degli spazi espositivi allestiti in Via Palazzo del Principe e all’interno del Palazzo Mediceo

Ore 11,00 – Premiazione “Premio Amodio Pesce” – Seconda Edizione
La premiazione, alla presenza delle Istituzioni, è aperta al pubblico, alla stampa ed alle aziende partecipanti alla manifestazione.

Ore 20,00 – I Tipici del Vesuvio.
– Degustazione guidata dei distillati tipici vesuviani.
– Degustazione di confettura, nettare e sciroppate di albicocche del Vesuvio IGP.
– Degustazione di bruschetta con pomodorino del “piennolo” del Vesuvio DOP

L’ENOGASTRONOMIA
Forte motivo di partecipazione per il più vasto pubblico e richiamo attrattivo della manifestazione, è la proposta eno-gastronomica curata, per la parte culinaria e ricettiva, dall’Istituto Alberghiero “Luigi de’ Medici” e dall’Associazione Strada del Vino Vesuvio e dei Prodotti Tipici per quanto attiene alla selezione dei vini da degustare in abbinamento ai piatti preparati.

Gli allievi e i Maestri chef del’Istituto de’ Medici prepareranno tre primi piatti di territorio , uno per ogni giornata dell’evento.
L’Associazione offrirà in degustazione le confezioni premium del Lacryma Christi del Vesuvio Doc .

Mostra fotografica
Nel corso delle tre giornate, nel centro storico di Ottaviano, sarà allestita una Mostra fotografica relativa a:
– fotografie d’epoca sulla cultura del viriproduzioni di quadri, gouaches, stampe d’epoca relative a tutte le eruzioni dal 1631.
– fotografie di vitigni autoctoni dell’area vesuviana base del vino Lacryma Christi del Vesuvio.

La mostra prevede, inoltre, di recuperare e dare risalto alle immagini degli antichi mestieri della civiltà contadina, delle produzioni tipiche e delle tradizioni storiche e culturali dei paesi dell’area vesuviana che ricadono nell’area del Parco Vesuvio.
L’ingresso alla manifestazione è libero

Degustazioni solo su prenotazione presso Ais Comuni Vesuviani 347.6410521 aiscomunivesuviani@libero.it

Info e Contatti
339.8789602 – 335.5786587-
Fax 081. 3382249 – 081.8041841
Mail: officinegourmet@gmail.comcomunica@lafabbricadeisapori.it – info@stradadelvinovesuvio.com


Come raggiungere i luogo dell’evento: Ottaviano è facilmente raggiungibile tramite mezzi pubblici ( da Napoli Circumvesuviana, n. verde 800 053939, e pullman di linea), nonché tramite reti stradali e autostradali (tre uscite sulla SS 268 del Vesuvio; uscita A16 Pomigliano d’Arco; uscita A30 Palma Campania; uscita A30 Sarno).
Dispone di ampie piazze adibite a parcheggio per pullman e vetture