Nomadi: una nuova voce nel ricordo di Augusto

0
5

[oblo_image id=”1″] Nella sua Novellara è stato omaggiato con il solito affetto da chi continua a sentirne note, presenza e voce: a quasi vent’anni dalla sua scomparsa, il ricordo di Augusto Daolio continua ad essere straordinariamente intenso. Nomadincontro è diventato nel corso degli anni il tradizionale appuntamento con cui la band rende tributo ad una figura storica della musica italiana celebrandone la grandezza e continuando a guardare a nuove mete e nuove idee nell’indole della band. Prestigioso anche il nome dell’artista fregiato con il simbolico premio: Franco Battiato succede ad altre firme d’elite nel rispetto di un albo d’oro che evidenzia qualità ed indipendenza, da Roberto Vecchioni a Zucchero, da Biagio Antonacci a Daniele Silvestri, da Elisa a Francesco Renga. Il tributo è stato consegnato da Rosanna Fantuzzi, la compagna di Augusto, Beppe Carletti e Fausto Pirito. Ma il raduno di Novellara ha sancito anche la presentazione ufficiale della nuove voce dei Nomadi: il giovane Cristiano Turato raccoglie un’eredità pesantissima ma irresistibilmente ammaliante. Guardare avanti custodendo gelosamente il proprio passato: un modo di essere che ha sempre accompagnato i Nomadi. E che per fortuna, è ancora straordinariamente vivo.