l’Estate di Officine Grandi Riparazioni nel segno di Italia 150

0
5

Nel segno di un’annata particolarmente ricca di novita’ edattrattive con il succulento programma offerto da Esperienza Italia 150, aprefinalmente i battenti la grande estate delle Officine Grandi Riparazioni che,oltre ad offrirci le prestigiose mostre all’interno dei suoi padiglioni, scopreed apre al pubblico il suo accogliente dehors nel suo interno, proponendo unaserie di eventi e di spettacoli che si preannunciano  davvero interessanti.  Si  e ‘aperta, infatti, lo scorso 27 maggio, una serie di importanti appuntamentiappositamente pensati per animare le calde serate estive torinesi: un festivaldi spettacoli e concerti  unitamente allemostre, ai laboratori, al cinema e allo spazio per il relax e la ristorazione,accoglieranno sicuramente il favore del pubblico verso questo nuovo polo diintrattenimento torinese.  Musicaclassica e contemporanea, jazz, chitarre western, cantautori, flamengo,milongas de tango, esperimenti  teatralie musicali d’avanguardia, questi i temi principali contenuti all’interno delricco programma, unitamente a danza, cinema d’autore, laboratori, conferenze,dibattiti, occasioni di riflessioni e appuntamenti curiosi. Protagonisti diquesta kermesse, i nomi di primo piano del panorama musicale e teatraletorinese e non solo,  a cui si affiancanogli artisti internazionali giunti nella citta’ in festa grazie a Word WideTorino, l’iniziativa che punta a far conoscere il territorio  ai Paesi che vantano un rapporto di amiciziae di collaborazione con Torino. Tra i tanti appuntamenti spiccano le rassegne:  quella organizzata in collaborazione con ilConservatorio G.Verdi  di Torino, NoteItaliane in musica, il programma offerto dalla Filarmonica 900 del Teatro Regioe Torino Capitale del Jazz, con una serie di concerti proposti  dal Jazz Club Torino dedicati ai nostrigrandi talenti  jazzistici. E ancora unostraordinario programma argentino, che, oltre alla possibilita’ di ballare emisurarsi con il tango in una serie di serate dedicate, offrira’ al pubblico i piu’ grandi artisti della celebre danzae una rassegna di films d’autore, premiati al Buenos Aires FestivalInternacional de Cine Indipendiente. Appuntamento, tra uno spettacolo e l’altro, anche presso la Lounge  bar della Terrazza Grill Break  nel Giardino Italiano delle Officine e ilgiovedi’ sera (appuntamento fisso) a partire dalle 19,  con l’Aperitivo Martini. Tra gli avvenimentipiu’ rilevanti del la variegata programmazione, si parte con Le Imprese deiCento, spettacolo che coinvolge l’intero pubblico rievocando, in chiavemoderna, l’impresa garibaldina; rilevanti anche gli appuntamenti dedicati alla musica colta con  Antidogma, festival di musica contemporaneagiunto alla sua 34 sima edizione. Scorrendo il programma, spiccano anche la rassegna “Identita’ Italianain Musica”  con “note nell’aria” e “c’erauna volta … il cinema degli italiani”; “respiri romantici” e “Salotto MusicaleItaliano”.Fara’ il suo debutto anche la Mabo Band e Walter Rado il rinomatogruppo comico musicale, mentre grande interesse dara’ l’Italian Style  del Tangram Teatro che raccontera’ l’Italiaattraverso i grandi nomi della tradizione canora.  Onda Teatro e Teatro Urbano proporrannoinvece  la performance teatrale “Demo.centocinquanta.it”;  l’Etnotango VUF (very uniconventional  festival) proporra’ una serata dedicata aTorino Capitale del Tango e con l’omaggio Tango e Jazz ad Astor Piazzolla, l’autoredi Libertango.  Il programma proseguira’con i concerti strumentali dei Musici di Santa Pelagia e dell’Accademia delSanto Spirito e quello di Natalino Balasso, con la Piccola Orchestra EspressoAtlantico di Gattico e Suzuki , per arrivare al grande iazz con la rassegnacurata dal prestigioso  JTC/Jazz ClubTorino che proporra’ i piu’ grandi talenti della scuola jazzistica piemontese:  si preannunciano protagonisti eccezionali acominciare da Torino Youth Jazz Orchestra, il Color Swing Trio, il Luigi GrassoQuartet e tantissimi altri nomi di spicco. Appuntamenti di spicco anche con ilTeatro, “ho visto nina volare” e “il nostro amore schifo” ma anche musica classicacon il duo “Fenoglio Stefenelli”  e “Marimbarecital” con la simpaticissima “festa per chi resta” con spettacoli teatrali econcerto di flamengo. Parlando di danza contemporanea, esordisce “tritticotricolore”  seguito da altri spettacoli altrettantointeressanti, mentre la “Oujia -Seduta spiritica dal carteggio amoroso di AnnaSchiaffino Giustiniani e Camillo Benso Conte di Cavour” rischia davvero difarci divertire non poco.  Anche nellebattute finali il ricco programma offrira’ ancora spunti rilevanti,  con lo spettacolo teatrale “La GrandeIllusione” con parole, musica ed immagini per narrare tutte le rivoluzionimancate, mentre l’Associazione Il Luogo delle Arti proporra’ “Di Bambole e diSogni, Lettura Spettacolo Multimediale” tratto dall’omonima favola. Appuntamentoquindi  alle OGR diventate ormai unsimbolo cittadino che mantiene il clima festoso anche nella torrida e desolataestate che, tempi addietro caratterizzava la nostra citta’ e che, come tutte legrandi metropoli, trova rinnovamento ed inventiva proprio con questi grandiappuntamenti.  Approfondimenti su http://www.officinegrandiriparazioni.it/