Le maschere di Halloween: conosci i significati?

0
5

[oblo_image id=”1″] Mentre sale l’attesa per l’uscita nelle sale del capitolo finale della saga di Twilight, fervono i preparativi per Halloween. Tempo di streghe e vampiri quindi e, soprattutto, si avvicina il momento di decidere per quale travestimento optare nella serata in cui tutto, o quasi, è concesso. Badoo svela quale mistero si cela dietro alle maschere più in voga, attraverso l’opinione dello psichiatra Marco Rossi. Che si tratti di una festa con gli amici o un appuntamento galante, ogni travestimento ha i suoi lati nascosti.

Coinvolti e sconvolti dalle vicende pubbliche e private di Robert Pattinson e Kristen Stewart, al secolo Edward e Bella, molti di noi non potranno che decidere per un travestimento da vampiri. Chi sceglie di vestire i panni di streghe e succhiasangue ama il mistero e tutto ciò che trascende il qui e ora. Nel profondo si tratta di sognatori, a volte di idealisti, che inseguono relazioni intense e rapporti elettivi in cui la lealtà, in amore come in amicizia, è un patto di sangue.

La donna che mai rinuncerebbe alla propria libertà sceglierà invece di calarsi nei panni di Catwoman per dare libero sfogo a un gioco di seduzione e ammiccamenti. La donna gatto raggiunge il pieno appagamento nelle relazioni che le lasciano spazio per esprimere appieno personalità e passioni, a fianco di persone che non ambiscono a esercitare forme di controllo. Il suo alterego maschile potrebbe essere rappresentato da Joker. Per lui bene e male si alternano secondo confini discutibili. Indossare i panni di un uomo dalla doppia faccia rischia però di non essere il migliore dei biglietti da visita.

Altro classico della serata degli scheletri è rappresentato dall’accoppiata angelo e diavolessa, quasi come se Halloween offrisse un’occasione per un ribaltamento inatteso degli stereotipi su uomini e donne. Lei gioca a vestirsi da tentatrice che invoglia a peccare, lui recita la parte di una creatura buona che incarna valori palesemente positivi. Insieme sono un’accoppiata potenzialmente esplosiva a patto che tolta la maschera lei non torni a giocare il ruolo della perfetta donna di casa e lui di Casanova.

Infine lo zombie mette d’accordo l’universo maschile come quello femminile. A Halloween alla donna non è richiesto che si trasformi in una creatura sublime, semmai ultraterrena e il trucco che cede è, per una volta, un effetto ricercato. Di certo in quei panni sarà difficile per un uomo risultare ancora credibile come possibile Principe Azzurro .

“Indossare una maschera permette alle persone di giocare con la loro identità e di lasciar emergere le fantasie, anche quelle più inconsce. La maschera permette di “vestire” un altro “sé” e di ricorrere all’immaginario per vivere quello che non si avrebbe il coraggio di sperimentare nella realtà. Così l’Io prova il brivido della sua identità “dietro una maschera”, senza perderla. Mascherarsi serve a questo: poter entrare e uscire da un altro ruolo e dar vita, anche solo per poche ore, alle proprie fantasie” dichiara lo psichiatra Marco Rossi. “Grazie alla maschera si può cambiare qualcosa di noi stessi e indossarla aiuta a superare le inibizioni, perché si entra in un personaggio “diverso”. Se il gioco è fatto in coppia, la cosa è ancora più divertente. Mascherarsi permette di cambiare tutto l’approccio alla relazione, giocando con aspetti intriganti di sé. Questo ha un risvolto positivo anche dal punto di vista sessuale: il desiderio e l’eccitazione si nutrono della fantasia e del “gioco”, che è alla base del mascheramento. Indossare una “Maschera” permette di superare le proprie inibizioni, perché ad agire e parlare è “qualcun altro”. In realtà è quella parte di noi che stentiamo a esprimere, in quanto repressa più o meno inconsciamente dalle “necessità sociali” prosegue Rossi.

Una volta individuato il personaggio in cui calarsi non resta che scegliere il party giusto e gettarsi nella mischia. Complice della movida della notte più paurosa dell’anno è la geolocalizzazione che ci permette di scoprire in tempo reale dove sono i nostri amici, il nostro flirt o il ragazzo o ragazza carina conosciuta poco prima. Basterà, quindi, attivare questa funzione nella app di Badoo per farsi trovare, o inseguire, dalla persona che ha catturato il nostro interesse e lasciare che il destino compia il suo corso.

“Ogni giorno milioni di persone utilizzano Badoo per conoscere nuovi amici con cui condividere interessi e passioni. Halloween diventa un momento perfetto per uscire dalla dimensione virtuale della chat e ritrovarsi dal vivo nella vita reale” afferma Louise Thompson, Director di Badoo. “Scaricando la app sul proprio smartphone è facile rimanere sempre in contatto con le persone che ci interessano o conoscerne di nuove nelle proprie vicinanze attraverso la geolocalizzazione. La festa di Halloween, come tante altre feste in maschera, è un’occasione per far emergere alcuni lati del proprio carattere talvolta inespressi e la voglia di socializzare e apparire è ancora più forte.”