La storia travagliata di “El Cantante” Hector Lavoe

0
8

[oblo_image id=”3″]Se siete degli appassionati di salsa o vi siete semplicemente chiesti come questo ballo latino-americano sia riuscito ad imporsi anche negli Stati Uniti, non potete perdervi il film El Cantante. L’opera, infatti, racconta le vicissitudini dell’artista al quale si deve il successo di tali sonorità caraibiche a New York e in USA a partire dagli anni Settanta: Hector Lavoe.

L’evolversi della sua brillante carriera e la sua vita personale sono raccontati dalla moglie Puchi attraverso la tecnica del flashback. La coppia è interpretata dai celebri divi Marc Anthony e Jennifer Lopez (sposati anche nella vita reale), qui per la prima volta insieme sul grande schermo. Entrambi hanno creduto e messo davvero l’anima in questo progetto, visto che la pellicola intende celebrare e rendere nota la vicenda di un cantante storico nel proprio genere musicale di cui sono stati grandi fan, nonché di origini portoricane come loro. Se Marc Anthony per l’occasione ha deciso di cimentarsi nuovamente come attore dopo le discrete prove in Bringing Out the Dead (1999), In the time of Butterflies (2001) e Man of Fire (2004), Jennifer Lopez ha rivestito per la seconda volta il ruolo di produttrice cinematografica. [oblo_image id=”4″]

Ciò che emerge maggiormente durante questi 110 minuti, comunque, è la vita privata di Hector: in particolare vengono messi in luce i contrastanti effetti che la droga ha avuto su di lui. Come ricorda Puchi durante l’intervista che serve come espediente per il flashback, più il marito assumeva sostanze stupefacenti, più migliorava come performer sul palcoscenico. La tossicodipendenza gli costò d’altro lato seri problemi di convivenza con i famigliari e soprattutto con Puchi, la quale però gli rimase sempre a fianco, anche dopo che la star venne a scoprire di aver contratto il virus dell’Aids. Lei era senza dubbio una donna molto volitiva e coraggiosa, a cui Hector (molto più fragile a livello emotivo e caratteriale) si è sempre appoggiato per trovare conforto nei momenti più bui.

Ovviamente, in un simile contesto, non potevano proprio mancare degli inframmezzi musicali attraverso i quali Marc Anthony riesegue alcune hit di Lavoe. Una di queste è appunto El Cantante, brano scritto dal musicista Ruben Blades appositamente per Hector e che dà il titolo al film.

Portando al cinema una narrazione di questo tipo, insomma, il regista Leon Ichaso ha reso omaggio non solo alla figura di Hector Lavoe ma allo stesso tempo a tutto il movimento musicale Nuyoricano (newyorkese e portoricano), meritevole di essere tramandato e conosciuto nei dettagli anche dalle nuove generazioni.