La stanza della regina Isabella è al Museo Mario Praz

0
7

[oblo_image id=”2″]Nella casa museo di Mario Praz è esposto permanentemente un quadro di Vincenzo Abbati (Napoli 1803-1866), che rappresenta l’Infanta di Spagna Maria Isabella di Borbone, all’epoca già vedova del Re delle due Sicilie Francesco I e futura sposa del Conte Francesco Del Balzo. Ella è ritratta nell’anno 1836 in un raffinato salotto della sua Villa di Capodimonte, nota come Villa Gallo / Del Balzo.

I mobili dipinti in quest’opera erano nella realtà una produzione napoletana in acero filettato di amaranto; si intravedono inoltre un tappeto Aubusson con le cifre della regina, e soprattutto una serie di vedute, stampe, miniature appese alle pareti.

La maggior parte di esse è stata ora riunita in occasione della mostra temporanea “Napoli 1836. Le stanze della regina madre”, in corso presso la medesima galleria romana. Grazie alla disponibilità delle famiglie dei discendenti di Del Balzo, poi ,è stato possibile recuperare alcuni pezzi dell’arredo. Tra questi, spicca il tavolo col piano intarsiato in pietre laviche di Giovan Battista Calì, già notato nel 1997 alla vasta esposizione sull’Ottocento napoletano.

[oblo_image id=”1″]Per quanto riguarda i dipinti, meritano un accenno particolare la veduta della Vicaria di Gonsalvo Carelli, che fu comprata dalla regina Isabella in persona alla mostra biennale del Real Museo Borbonico, e due paesaggi raffiguranti la villa della sovrana quando ancora vi risiedeva. Il suo amore per l’arte, del resto, si spiega facilmente: ella stessa, infatti, era una pittrice, iscritta addirittura come Accademica d’Onore nel 1802 negli elenchi della Reale Accademia di San Ferdinando a Madrid. Per rendere omaggio al proprio talento, durante il periodo della rassegna è possibile ammirare anche alcune sue vedute, provenienti dagli archivi degli eredi Del Balzo o dalle collezioni delle Dimore Reali napoletane.

Sede: Museo Mario Praz, Via Zanardelli 1, 00196 Roma.
Periodo: dal 21 Novembre 2008 al 29 Marzo 2009.
Orario: da martedì a domenica 9.00 – 13.00/ 14.30 – 18.30, lunedì 14.30-18.30
Tel./fax: 06.6861089
E-mail: museopraz@museopraz.191.it 
Sito Internet: www.museopraz.beniculturali.it