La Seconda Guerra cominciò un giorno prima

0
7

Certo le celebrazioni ufficiali per i 70 anni dallo scoppio di una delle più grandi tragedie dell’umanita si sono tenute a Danzica e vi hanno partecipato tutti i leader dell’Unione Europea, a partire dal mea culpa del governo tedesco espresso nella parole del Cancelliere Angela Merkel per arrivare al sibilino discorso del primo ministro russo Wladimir Putin che sì, dichiarando immorale il patto Molotov Ribentropp (che prevedeva la spartizione della Polonia tra l’Urss e il terzo Reich, chiamato così dai nomi dei firmatari di questo patto segreto) ma senza stando ben attento a non addossare troppe colpe alla Russia.

Quindi tutti a celebrare a Gdansk, capitale della polacca Trojmista ( con Gdnia e Sopot) tra un passato ricco di via dell’ambra, Lega anseatica, scoppio della Seconda Guerra Mondiale e culla del movimento anticomunista polaccao Solidarnosc.

Ma forse invece che a Danzica, le cerimonie ufficiali per ricordare l’immane catastrofe in cui si gettò 70 anni fa l’Europa , bisognava andare a Wroclaw (Breslavia) e non il 1 settembre ma il 31 Agosto. Infatti secono l’eminente storico inglese Norman Davies, autore di alcuni tra i più importanti libri sulla storia polacca, la Seconda Guerra Mondiale quando arrivò, arrivò in Slesia. Erano le 8 di sera del 31 agosto quando alcuni uomini della Sicherheitsdienst (SD) attaccarono la stazione radio tedesca di Gliwice (Gleiwitz in tedesco), vicino all’allora confine polacco. In questo manipolo paramilitare molti dei componenti erano comuni criminali riabilitati poi nelle SS.

Dopo aver fatto esplodere uno degli studi radiofonici, gli aggressori travestiti da militari polacchi trasmisero un proclama di rivendicazione in polacco per passare poi a cantare una patriottica canzone polacca. La provocazione era così servita e non mancò molto che Radio Breslau (la radio tedesca di Breslavio) annunciasse che il Recih era appena stato invaso dalla Polonia!

Un giorno in anticipo quindi, sulla data ufficiale che vede alle 4.40 l’incrociatore Schleswig Holstein aprire il fuoco su Westerplatte fortezza polacca di Danzica.