Il piacere di un buon vino? Torna Cantine Aperte

0
2

[oblo_image id=”2″]Torna Cantine Aperte. Consueta manifestazione nazionale organizzata dal Movimento del Turismo del Vino per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi legati all’enologia. C’è grande attesa per l’happening che si svolgerà il 30 e il 31 maggio, interamente dedicato alla bevanda di Bacco, per il piacere dei circa sei milioni di enonauti che viaggiano nel nostro Paese. Protagonista indiscussa non è solo l’elevata qualità dei vini, con etichette tra le più rappresentative del made in Italy, ma anche l’accoglienza all’enoturista che contraddistingue le oltre mille cantine aderenti all’associazione

A conferma dell’importanza dell’enoturismo in Italia – precisa Chiara Lungarotti, presidente del Movimento – molti hanno intrapreso questa strada, cavalcando l’onda della visibilità mediatica dei nostri eventi, soprattutto di Cantine Aperte e Calici di Stelle. Quest’anno il Movimento intende distinguere maggiormente le aziende socie, sia attraverso il procedimento di certificazione di qualità dell’accoglienza, che rappresenta sicuramente una garanzia per il turista, sia assegnando a ciascuna cantina una formella in terracotta che riproduce il logo di MTV, sinonimo di qualità dell’offerta enoturistica, nonché strumento per una visibilità immediata e riconoscibile”.

Di notevole interesse “A pranzo con il vignaiolo”, prezzi fissi e contenuti. E’ un evento particolare, una tavola piena di entoturisti accomunati dalla passione per il pianeta vino. Attraverso tutte le iniziative realizzate a livello nazionale e locale, il Movimento Turismo del Vino intende contribuire alla diffusione di una vera e propria cultura del vino, che favorisca l’abitudine al bere consapevole in piena sicurezza per sé e per gli altri.

[oblo_image id=”1″]Per rendere ancora più facile e attraente la visita ai luoghi del vino, in occasione di Canine Aperte, si potrà utilizzare la tradizionale Guida Michelin “Itinerari tra i vigneti – Viaggio tra le cantine d’Italia, del Canton Ticino e dell’Istria”. Ideale per organizzare al meglio il viaggio ed il soggiorno, comoda e funzionale per scegliere i luoghi del vino e trovarne facilmente la strada, la Guida Michelin “Itinerari tra i vigneti” sarà anche in vendita presso alcune delle più prestigiose cantine aderenti al Movimento di ciascuna regione, durante la giornata di Cantine Aperte.

Tante le manifestazioni pronte ad allietare gli enoturisti nelle aziende, accolti come veri amici dai migliori produttori associati, guidati tra botti e gallerie, per degustare il loro vino abbinato ai prodotti tipici dell’agricoltura locale (olio extravergine di oliva, pane, salumi, formaggi, porchetta, prodotti biologici e sottolio, dolci, miele, marmellate). Tutto ciò per promuovere, oltre al vino, i prodotti agricoli e gastronomici dei luoghi caratteristici d’Italia, poiché la qualità e la varietà delle produzioni agricole e alimentari tipiche, rappresentano la storia del territorio e della gente.

Torna anche quest’anno l’iniziativa di beneficenza “Un bicchiere per la vita”, a favore del Comitato Daniele Chianelli. I proventi dell’acquisto dei calici di “Cantine Aperte” saranno devoluti al Comitato che si occupa di ricerca e cura dei tumori e delle leucemie dei piccoli malati e del supporto alle loro famiglie.

Dalle testimonianze raccolte dagli enoturisti è possibile tracciare un vero e proprio identikit dell’enoturista. E’ un visitatore sempre attento al territorio e alle sue bellezze, che unisce la passione del vino, alla cultura e alla tradizione del territorio.

[oblo_image id=”3″]Con questa edizione di Cantine Aperte, parte il progetto “Tappo a chi?”, ideato da Rilegno, il consorzio nazionale per la raccolta differenziata dei rifiuti da imballaggi di legno, in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino. Il progetto, che nasce per promuovere il recupero e il riciclo dei tappi di sughero delle bottiglie con lo slogan “Non dire tappo se non ce l’hai nel sacco”, coinvolge, per ora, le cantine di cinque regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige) con l’obiettivo di estendersi, in un secondo momento, in tutta Italia.

I tappi stappati durante il rendez-vou nelle cantine socie saranno raccolti in un apposito contenitore in juta; materiale informativo sulla potenzialità del sughero riciclato sarà distribuito, con lo scopo di sensibilizzare il pubblico a fare la raccolta differenziata del sughero. Per tenersi aggiornati su tutte le attività del Movimento e il dettaglio degli appuntamenti, visitare il sito www.movimentoturismovino.it.