sabato, Gennaio 16, 2021
Home Cultura Il mio Tex: il libro da record diventa una mostra

Il mio Tex: il libro da record diventa una mostra

[oblo_image id=”2″] Fabio Civitelli, uno dei piu’ affermati disegnatori di TEX e della prestigiosa casa editrice Bonelli, festeggia i suoi 25 anni di attivita’ da disegnatore e per festeggiare degnamente questo evento la Little Nemo Art Gallery – sulla scia del grande successo editoriale scaturito dal volume IL MIO TEX, vero capolavoro realizzato dalla prestigiosa matita texiana – espone le novanta e piu’ tavole originali in una mostra unica ed esclusiva per gli innumerevoli appassionati che gia’ hanno visitato apprezzando, magari anche sognando… La mostra sara’ visitabile nei locali dell’Art Gallery in via Ozanam 7 a Torino dal 25 marzo fino al 16 aprile dal martedi’ al sabato dalle 15.30 alla 19.15.
Nel volume IL MIO TEX, Civitelli si avvale della preziosa collaborazione, per l’idea e la sceneggiatura, da Giovanni Battista Verger, appassionato giovane settantenne che ha gia’ collaborato a TEX E IL SOGNO CONTINUA e ai cinque volumi di CAVALCANDO CON TEX, tutti di pubblicazione Little Nemo. Realizzato in collaborazione con la Sergio Bonelli Editore, IL MIO TEX si propone come un autentico libro d’arte dedicato a Tex Willer: impresso in bianco e nero su carta di pregio nell’innovativo formato cm 29X29, raccoglie illustrazioni inedite di Fabio Civitelli realizzate per quest’opera nel corso di ben diciassette anni (le prime tavole risalgono al 1993). I testi di Moreno Burattini e le illustrazioni dell’artista aretino rendono possibile un viaggio affascinante attraverso il mondo creato da Giovanni Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini e i loro successori: dal west dell’avventura al mondo degli indiani, dai desolati paesaggi del deserto alle suggestive nevicate del grande nord. Lo stesso autore bonelliano, nel commentare il suo stile, ci dice: “Affascinato dalle sceneggiature, ho cercato di lavorare molto sulla scansione dei piani sulla prospettiva su cui inserire i personaggi negli sfondi e soprattutto sulle differenze tonali. I personaggi sono realizzati con tonalità chiaroscurali. E per finire aggiunge: “Sono molto contento di questa mostra e delle mie collaborazioni sia con Little Nemo che con Bonelli: ho molto spazio e riesco sempre ad esprimermi come vorrei!”

Most Popular

Recent Comments