Il centro del Pollino alla staffetta “Radio Gomorra”

0
4

Lo scorso week-and in parecchi hanno assistito al grande ritorno di una radio formato anni Settanta. Ovvero quando le emittenti nascevano ovunque come funghi. E libere. L’occasione, una staffetta letteraria di ventiquattro ore no-stop, durante la quale un piccolo esercito di giovani ha letto integralmente l’opera di Roberto Saviano. Gomorra (“Per la legalità e contro tutte le mafie” recita lo slogan della locandina).

Tutto è partito da Siena e da un gruppo di giovani dell’associazione Macondo, di Libera (don Ciotti) e di altre realtà giovanili in collaborazione con Sangiradio (www.sangiradio.net), una radio on-line del comune di San Gimignano (Si). Il passaparola sulla Rete ha fatto il resto.

L’idea di parcellizzare la lettura del testo dello scrittore napoletanocon dei collegamenti radiofonici dalle diverse parti del Paese, si è diffusa a macchia d’olio. E di conseguenza, le adesioni si sono moltiplicate e hanno fatto registrare la presenza nella scaletta di città come Roma e Milano. Ma anche e soprattutto di più piccole e periferiche.

Come il caso di Castrovillari (Cosenza), che ha subito colto le potenzialità dell’evento e l’ha fatto proprio. Se vogliamo, questo centro calabrese è anche la dimostrazione concreta di come tecnologia più impegno civile possano rappresentare una miscela assai interessante per le giovani generazioni.

Tra sabato 18 e domenica 19 aprile si sono alternati decine di collegamenti. Ognuno dei quali ha avuto ampia autonomia nel gestire la propria ora di diretta.

E dalle 15:30 alle 16:30 di domenica è stato il turno dei ragazzi dell’associazione castrovillarese Diaframmi la cui iniziativa è stata trasmessa sia su Radio Nord Castrovillari(www.radionordcastrovillari.com) – una radio locale storica, aperta nel lontano 1977 – che su RadioRascha (radiorascha.giovani.it), un’emittente giovanissima che, tra l’altro, si è occupata anche delle riprese video. Oltre al collegamento con Sangiradio avvenuto per telefono.

A Radio Gomorra (del Pollino) hanno preso parte – insieme a Diaframmi – anche altre associazioni locali e studenti di liceo (riportati in basso). Il collegamento si è chiuso con un dibattito sul tema della legalità, a cui hanno preso parte: Lucio Rende (avvocato), Francesco Guglielmini (avvocato), Emanuele Ameruso (laureando), Diego Radicioni (sociologo) e Nicola Fazio (giornalista).

Lettori della staffetta letteraria Radio Gomorra in collegamento da Castrovillari domenica 19.04.09 tra le 15:30 e le 16:00

– Paolo Saraceni (pag. 214);
– Beppe Gallo (pag. 215): neo-intellettuale;
– Laura Giannitelli (pag. 216);
– Fabio Pellicori (pagg. 216 – 217): associazione culturale “CHIMERA”;
– Francesco Morelli (pagg. 217-218): studente del Liceo Scientifico;
– Laura Capalbi (pagg. 218-219): Compagnia teatrale “Scena verticale”;
– Maria Giovanna Scirchio (pagg. 219-220):studente del Liceo Scientifico;
– Casimiro Gatto (pagg. 220-221): associazione culturale APRUSTUM;
– Simona Milone (pagg. 221-222): insegnante di lingue;
– Francesco Crescente (pagg. 222-223): Circolo Pd di Castrovillari;
– Gianfranco Barone (pag. 224): http://radiorascha.giovani.it/