I Cosplayers di Morelli in mostra a Pozzuoli

0
4

[oblo_image id=”1″]La mostra di Claudio Morelli segna la ripresa della collaborazione progettuale fra il Kestè e il Napoli Comicon, che dà vita ad una solida sinergia e mette in stretta relazione due importanti “realtà” partenopee, entrambi “nate” tredici anni orsono. Un sodalizio, già forte delle precedenti collaborazioni, che rinsalda le rispettive vivacità creative, in occasione dell’esclusiva esposizione dell’artista napoletano

Claudio Morelli, classe 1985, inizia ad interessarsi di fotografia e giornalismo durante gli studi liceali. Dopo la scuola s’iscrive alla facoltà di scienze politiche e comincia a lavorare, come assistente, nel campo della fotografia pubblicitaria.

[oblo_image id=”2″]Dopo uno stage di formazione in fotografia di studio, inizia a collaborare con piccoli quotidiani e agenzie. Nel 2006 stringe una collaborazione con l’agenzia fotogiornalistica Emblema, per la quale diventa corrispondente da Napoli, occupandosi di cronaca, economia e società. Nel 2009 è uno dei fondatori dello studio associato D77Fotografi e, attualmente, è rappresentato dall’agenzia BlackArchives.

Produce news e reportage, pubblicando i suoi lavori sulle maggiori testate nazionali ed internazionali e lavora come fotografo pubblicitario. E’ iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Cosplay è un fenomeno nato in Giappone diversi anni fa. I Cosplayers sono persone “comuni”, che si divertono a travestirsi come gli eroi e le eroine di fumetti, film, cartoon, personaggi dei videogiochi o, semplicemente, celebrities. In Italia il fenomeno si è diffuso diversi anni fa e i cosplayers erano considerate attrazioni per gli organizzatori di fiere ed eventi legati al fumetto ed al divertimento.

Durante queste fiere, poi, si è diffusa sempre più l’organizzazione di competizioni peculiari all’ambiente del costume cosplay.

[oblo_image id=”3″]Esistono gare che premiano i costumi più belli e la migliore interpretazione del personaggio, passando per i premi simpatia. Ogni partecipante ha pochi secondi per esibirsi, da solo o in gruppo, davanti a centinaia di altri cosplayers scatenati.

L’autore Claudio Morelli, fotoreporter professionista, ci regala un reportage di questo mondo, entrando nell’intimo dei personaggi e cogliendo sfumature e curiosità. Un’analisi del personaggio nel personaggio, quindi.

Gli scatti sono effettuati in giro per l’Italia, durante le più importanti fiere del fumetto che oggi, obbligatoriamente, ospitano i Cosplay.Una prima assoluta, un celebrare i celebranti, che ufficializza la nascita e l’affermazione, a Napoli, di questo fenomeno. Durante la serata inaugurale saranno presenti, dal vivo, i cosplayers.

Da venerdì 11 dicembre 2009 a mercoledì 6 gennaio 2010 negli spazi del Kestè D’Inner, C.so Umberto I, 51 (lungomare Pozzuoli) Klab Kestè Laboratories in collaborazione con Napoli Comicon presenta

Italian Cosplay
esposizione degli scatti di Claudio Morelli
curatore Fabrizio Caliendo
inaugurazione alle ore 19.00, con aperitivo “San Ginger”

l’esposizione sarà aperta al pubblico dal mercoledì alla domenica, dalle ore 20.30
Info al numero 0813031239 (Kestè D’Inner)), email media@keste.it