Grace/Wastelands: il debutto da solista di Doherty

0
4

[oblo_image id=”1″]MySpace, il primo portale di musica online a livello globale, ha presentato “Grace/Wastelands”, il nuovo album con cui Peter Doherty debutta in veste di solista. Da qualche giorno, è infatti possibile ascoltare in streaming l’intero lavoro, in maniera del tutto gratuita ed esclusiva consultando direttamente il profilo ufficiale del cantante su www.myspace.com/gracewastelands. Anticipazione, questa, che ha preceduto l’uscita dell’album nei negozi avvenuta proprio oggi.

Grace/Wastelands” promette bene e non solo perché vanta la presenza di ospiti speciali quali, in primis, il produttore leggendario Stephen Street (già collaboratore degli The Smiths e dei Blur) ma anche per quella certa sobrietà inaspettata presente in tutto l’album.

Forse è presto per parlare di maturità artistica e personale ma sicuramente, in questo disco non traspare lo stile di vita altamente deviante a cui Pete fino ad oggi ci ha abituato. Il tempo dei gesti estremi e di una vita al limite della decenza sembra finalmente essere finito ed oggi, forse, possiamo iniziare a conoscerlo solo più per le sue qualità artistiche, almeno ce lo auguriamo, visto che il “bad boy” ha dato più volte prova di averne!

La voce e la chitarra acustica, le armonie equilibrate e le melodie soft, quasi “beatelsiane”, presenti in tutto “Grace/Wastelands” non fanno che accentuare questo cambio di rotta e la sua sensibilità latente. Si potrebbe quasi alludere ad una voglia incessante di cambiamento e di profonda introspezione tipica della post sbornia. Nonostante ciò, Pete, non rinuncia a lasciare un segno indelebile della sua stravagante presenza.

Sembrerebbe, infatti, che Doherty abbia contribuito alla realizzazione della copertina del disco aggiungendo all’opera dell’artista francese Alize Meurisse , il proprio sangue. Dipinto che tra l’altro, si ispira all’opera “Salome” di Oscar Wilde.

L’album, che contiene anche alcune canzoni già suonate da Doherty durante i suoi live e che gli stessi fans potranno senz’altro riconoscere, è stato registrato presso gli Olympic Studios di Londra e vanta la collaborazione di musicisti affermati quali il chitarrista dei Blur, Graham Coxon, presente in tutti i brani ad eccezione di “Broken Love Song” e la cantante Dot Allison, seconda voce in “Sheepskin Tearaway”. Anche Milk Whitnall, Adam Ficek e Drew McConnell, i compagni dei Babyshambles, hanno dato il loro contribuito.

Chiusa, comunque, la parentesi da solista, Pete Doherty tornerà a suonare con il suo gruppo. Per ora ancora niente di sicuro ma sono previsti una serie di concerti estivi tra cui Milano in giugno.

Non mancheremo di aggiornarvi.

La tracklist di “Grace/Wastelands”:
Arcady
Last Of The English Roses
1939 Returning
A Little Death Around The Eyes
Salome
I Am The Rain
Sweet By And By
Palace Of Bone
Sheepskin Tearaway
Broken Love Song
New Love Grows On Trees
Lady Don’t Fall Backwards