Giallo e suspance al Manzoni, per Ferrari e Giordana

0
8

[oblo_image id=”1″]Un vero gioiello del teatro. Parliamo di Un ispettore in casa Birling, di John Boynton Priestley portato in scena, dal 6 ottobre, al teatro Manzoni di Milano, per la regia di Giancarlo Sepe.

Perfetta interpretazione, raffinata scenografia, sceneggiatura intrigante, ricca di suspance e infine anche la giusta morale, lo spettacolo rappresenta infatti un classico del teatro inglese, e vede sul palco due grandi artisti quali Paolo Ferrari e Andrea Giordana.

Si tratta di una commedia tinta di giallo, ambientata nell’Inghilterra de La belle epoque. A “casa Birling” è una serata di festeggiamenti, tutto è infatti perfettamente pronto per ufficializzare il fidanzamento della giovane figlia di un ricco magistrato (Giordana) con un aitante, affascinate rampollo della borghesia londinese, quando nel bel mezzo dei bagordi, bussa alla porta un ispettore della polizia (Ferrari) che sta indagando sul suicidio di una giovane donna.

[oblo_image id=”3″]Tutti i presenti hanno avuto una relazione con la povera ragazza, dalla quale la giovane è sempre risultata segnata negativamente al punto da concludere la sua vita con un gesto così tragico. E’ l’egoismo della borghesia, la superficialità di certa cattiveria gratuita nei confronti del più debole, che hanno ucciso la donna. Ogni membro della famiglia Birling scarica infatti la responsabilità sull’altro minimizzando le proprie colpe, giungendo solo poco alla volta alla presa di coscienza della verità che si vuole nascondere persino a se stessi., scoperchiando così un vaso di Pandora sigillato da sempre.

[oblo_image id=”4″]Lo spettacolo rimanda ad atmosfere presenti nei romanzi di Pratolini e ai thriller stile Hitchcock, con una riflessione sulla decadenza della borghesia e sulla marginalità urbana del proletariato. Venne rappresentato per la prima volta a Mosca nel 1945, mentre è attualmente in scena al Novello Theatre di Londra. Al Manzoni resta in programmazione fino al 1 novembre. Da vedere per chi ama l’eleganza, la suspance e l’autoanalisi.

Dal 6 ottobre al 1 novembre 2009
PAOLO FERRARI – ANDREA GIORDANA
“Un ispettore in casa Birling”
di John Boynton Priestley
con Crescenza Guarnieri
Regia di Giancarlo Sepe