Francesco “Chicco” Molinari si esibisce a La Mandria

0
6

[oblo_image id=”1″] Dopo i chiaroscuri degli Open d’Italia in cui non ha potuto esprimere appieno tutta la sua potenzialita’, Francesco “Chicco” Molinari scende in campo (ma solo per l’esibizione che chiudera’ la kermesse) nell’edizione 2012 della “Glebb & Metzger – Francesco Molinari Golf Cup”, invitational a cui prenderanno parte personaggi del mondo del golf e dello sport, dello spettacolo, dell’imprenditoria, oltre a numerosi amici di Francesco. L’evento, ha avuto luogo il 19 settembre al Circolo Golf Torino – La Mandria, uno dei più prestigiosi e storici circoli golfistici italiani già più volte vincitore del prestigioso premio “I dieci Campi da Golf più belli d’Italia” ed ha richiamato, come gia’ evidenziato, numerosi popolari personaggi che hanno dato la loro personale partecipazione tra cui l’atleta olimpico Lorenzo Carboncini, il presentatore tv Marco Berry e la vecchia gloria del Torino anni settanta, Renato Zaccarelli; assente invece l’attore Claudio Amendola, resosi indisponibile. Tutti accomunati (presenti e non) dall’essere golfisti e grandi tifosi di Francesco.

Proprio Francesco, digerita ormai l’amarezza per il torneo appena concluso proprio nell’altra estremita’ del parco de La Mandria, e’ sembrato carico e ben determinato per il prossimo imminente impegno e parla gia’ con evidente spirito battagliero e di pronta riscossa: “SONO CONTENTO DI ESSERE QUI CON TANTI AMICI, E’ UN GIORNO IMPORTANTE E DOPO LA BENEFICENZA CI ASPETTA LA PROMOZIONE DI EVENTI INTERESSANTI CON LA FONDAZIONE GUIDATA DALL’AMICO MARCO (Berry) CHE NOI CERCHEREMO DI PROMUOVERLA IL PIU’ POSSIBILE. L’OPEN APPENA TRASCORSO E’ STATO IN CHIAROSCURO, CI STA IL RISULTATO FINALE PER QUANTO VISTO, ADESSO STO LAVORANDO DURAMENTE ANCHE IN PREPARAZIONE DELLA RYDER E HO GIA’ PAGATO LO SCOTTO. SI PUO’ DIRE CHE SONO PRONTO! GAREGGIARE A TORINO E’ SEMPRE FANTASTICO, E’ BELLO TROVARE TANTE PERSONE CONOSCIUTE E IL PUBBLICO MI E’ STATO SEMPRE VICINO ,ANCHE NEI MOMENTI PIU’ DIFFICILI; A VOLTE IL PUBBLICO PUO’ ESSERE UN AIUTO, ALTRE PUO’ METTERTI UNA LEGGERA PRESSIONE IN PIU’COME E’ GIUSTO CHE SIA. DOPO UN BUON AVVIO AGLI OPEN, SABATO SONO ANDATO IN CAMPO STANCO DI TESTA E CIO’ DIMOSTRA CHE NON FOSSE UN FATTO TECNICO DI CONCENTRAZIONE. ADESSO IL 28 MI ASPETTA LA RYDER E SARANNO TRE GIORNI INTENSI ED EMOZIONANTI. SPERO DI FAR DIVERTIRE IL PUBBLICO, L’IMPORTANTE IN QUESTI GIORNI ERA DI SFRUTTARE AL MEGLIO LA MIA PRESTAZIONE ALLENANDOMI AL MEGLIO IN TUTTE LE AREE DEL GIOCO E L’OBIETTIVO PRINCIPALE ERA DI ARRIVARE IN AMERICA (per la Ryders Cup) AL MASSIMO DELLA FORMA. VENERDI’ SARO’ A LONDRA PER RIFINIRE E ULTIMARE LA PREPARAZIONE E LUNEDI’ MATTINA FINALMENTE SI PARTE (per gli u.s.a.) E SI ENTRA NEL VIVO DELLA COPPA.
EDOARDO? NON CI SARA’, IN GALLES MI ERA STATO DI GRANDE AIUTO, E SARA’ DIVERSO L’AMBIENTE, MENO A NOSTRO FAVORE E PIU’ FILO STATUNITENSE; L’ESPERIENZA SERVIRA’, HO IMPARATO CERTE COSE E PRIMA NON POTEVO SAPERE. CI SONO MOLTI IMPEGNI EXTRA GOLFISTICI E L’ESPERIENZA TORNERA’ UTILE AL MOMENTO GIUSTO. SI, DURANTE LE COMPETIZIONI C’E’ PRESSIONE E PARTECIPAZIONE INTENSA E SI CERCA SEMPRE DI PORTARE A CASA IL RISULTATO. E’ UNA SENSAZIONE STARE ALLA RYDER, CON UNDICI GIOCATORI E UN CAPITANO INVECE CHE AVERE UN SOLO KADDY. IL CAMPO DI MEDINA? MI PIACE, E’ PREPARATO ABBASTANZA FACILE E SI DOVREBBERO VEDERE MOLTI BIRDY. SARA’UNA SFIDA EQUILIBRATA ANCHE SE IL PUBBLICO DI CHICAGO E’ UNO DEI PIU’ CALOROSI QUINDI SARA’ IMPORTANTE PARTIRE BENE: NOI SIAMO FIDUCIOSI E SONO SICURO CHE SARA’ UNA SFIDA ALL’ULTIMO PUNTO E IL PRONOSTICO SARA’ MOLTO APERTO COME DUE ANNI FA IN GALLES. LA PRESTAZIONE DI EDOARDO? (dopo le delusioni degli Open d’Italia) DOPO TRE MESI DI STOP FORZATO E’ DURA RIENTRARE SUBITO NELLA NORMALITA’ DELLE COSE, SONO SICURO CHE PRESTO RITORNERA’ AI SUOI LIVELLI DI PRIMA E BEN FIGURERA’ NEI PROSSIMI IMPEGNI.

La gara, 18 buche Stableford 4 palle, categoria unica, è la sola gara che porta il nome del campione italiano, recentemente convocato per partecipare alla sua seconda Ryder Cup consecutiva. Per l’edizione di quest’anno la gara si arricchisce di una nuova categoria “Juniores” dedicata agli Under 20 e conferita da Euphon, uno degli sponsor della gara, insieme alla Fondazione Cecilia Gilardi ONLUS, di cui Francesco Molinari è testimonial. L’occasione sarà anche di omaggiare Francesco Molinari di una speciale coppia di penne, una stilografica e una a sfera, realizzate appositamente dal marchio torinese Aurora e personalizzata per Francesco Molinari e il golf, un binomio assolutamente perfetto!