Da domenica si cammina sulle tracce del Santo

0
8

[oblo_image id=”1″]Finalmente diventeranno realtà, da domenica 18 settembre, le particolari e suggestive camminate che nel secolo scorso accompagnarono i trascorsi di San Giovanni Bosco tra la casa natale e Chieri, dove il Santo svolgeva attivamente e con grande cura la sua opera clericale e di rieducazione di fanciulli, prima di spostarsi in Torino.

Proprio per dibattere di questa grande opportunità che finalmente potrà diventare alla portata di tutti, presso la sala conferenze della Biblioteca Civica di Chieri è stata presentata la seconda iniziativa escursionistica legata alla figura di Don Bosco che il circuito delle “Strade di Colori e di Sapori del Chierese e del Carmagnolese” proporrà nella terza domenica di settembre. 

La camminata sarà proposta in due versioni: impegnativa (22 km), con partenza da Colle Don Bosco e facile (6 km) con partenza dalla casetta natale di San Domenico Savio a Riva Presso Chieri (Frazione San Giovanni).

Dopo aver percorso pianeggianti strade bianche immerse nel verde della campagna, i due gruppi si ritroveranno a Chieri dove, dopo una pausa ristoratrice, potranno visitare il nuovo Centro visita dedicato alla figura di Don Bosco. Ricavato nei locali dell’ex Seminario San Filippo, il nuovo allestimento consente di approfondire la conoscenza degli anni della formazione e di visitare la “Casa del Sogno”.

Si propone inoltre come itinerario facile per gli escursionisti che vogliono scoprire alcuni suggestivi luoghi dell’area a sud di Torino interessata al Progetto Strade di colori e sapori. Un anello di sentieri, lungo circa 80 km, che dalla città attraversa la collina, per poi immergersi in quella che ormai molti definiscono la terra dei Santi. Luoghi dello spirito, ricchi di fascino e possibili tappe di camminate che consentono di scoprire nuovi passaggi e di apprezzare una natura in molti tratti ancora integra. La figura di Don Bosco, che queste terre le attraversò a piedi innumerevoli volte, da giovane per andare a studiare a Chieri e più da grande per incontrare i tanti ragazzi che cercò di aiutare, come ideale accompagnatore per conoscere chiese, cappelle ma anche piccoli borghi, castelli arroccati sui colli, ville immerse in parchi rigogliosi e cascine disseminate tra campi regolari e ordinate vigne.

Per qualche sosta lungo il cammino:
A Colle Don Bosco: il Tempio, il Centro di Spiritualità, il Museo Etnologico Missionario, il Ristoro Mamma Margherita.
A Riva Presso Chieri: la casa natale di San Domenico Savio.
A Chieri: il Centro dedicato alla figura di Don Bosco, l’itinerario cittadino dei luoghi della sua gioventù, il Duomo.
A Torino: la Casa Madre Valdocco, il Santuario di Maria Ausiliatrice, la Chiesa di San Francesco di Sales.

Lungo il cammino: la Basilica di Superga, la Chiesa di San Sebastiano di Pecetto T.se, l’Abbazia di Vezzolano.

Programma delle Escursioni:
– Ore 8.30 Colle Don Bosco, ritrovo e partenza gruppo “impegnativo”.
– Ore 11.30 San Giovanni di Riva presso Chieri, ritrovo e partenza gruppo “facile”.
– Ore 13.30 arrivo a Chieri e aperitivo ristoratore a base di Fresi, rubatà e prodotti locali.
– Ore 14.30 visita la nuovo Centro Visita Don Bosco (Centro San Filippo).

Quota di partecipazione 5 EURO (comprensivi di servizio navetta, light buffet, accompagnamento).

Prenotazioni: segreteria@collineditorino.it – prolocotorino@email.it
Informazioni: www.collineditorino.it
cellulare: 334 5698694.