Capodanno dei popoli: suoni e sapori di altri mondi

0
6

Per una serata intera Palazzo dei Celestini dimentica di essere la sede della Provincia e diventa meltin’pot, centro d’incontro di suoni provenienti da tutto il mondo, babele di lingue diverse nello stesso atrio, miscuglio di odori e sapori di cucine e tradizioni lontane…

[oblo_image id=”1″]Come ogni anno, la prima notte del 2008 ospita il Capodanno dei Popoli, il consueto appuntamento che riunisce tutte le comunità di stranieri che vivono nel Salento. Ogni comunità condivide i sapori della propria terra e danzano le musiche tradizionali del proprio paese. Si ammirano i colori e le fantasie di vestiti d’oltremare, si ammirano coreografie e spettacoli incosuenti.

Lo spettatore si trova immerso in un mondo multietnico, circondato da colori e odori nuovi, da dolci melodie e frenetiche danze, da spettacolari coreografie e suoni incalzanti. Dai Balcani al Brasile, dal Kenia allo Sri Lanka, dal Marocco alle Filippine, si alterneranno sul palco artisti di tutto il mondo, in una festa colorata, allegra e stravagante.

Ultima a salire sul palco, a chiudere la festa per la prima notte dell’anno, l’Orchestra Multietnica della Provincia, l’ensamble di casa, diretta da Admir ShKurtaj, che ripropone sonorità e immagini di tutti i paesi presenti al Capodanno dei Popoli.