Attenzione: i capelli svelano chi sei… da quel che bevi!

0
7

Annuncia così la sua scoperta il ricercatore Thure Cerling assieme al suo collega James Ehleringer dell’Università dello Utah ha trovato il modo di risalire alle differenti forme di idrogeno e di ossigeno che caratterizzano le acque di diverse località. Questi elementi rimangono incorporati nei capelli durante la loro crescita e queste tracce permettono di risalire ai luoghi dove recentemente si è stati, rivelandosi un ottimo strumento per la polizia scientifica nelle indagini sugli spostamenti criminali.

L’acqua è composta da due elementi: idrogeno e ossigeno. Ma questi elementi si uniscono in forme diverse chiamate isotopi, che sono versioni degli stessi elementi chimici ma combinati in differenti numeri di neutroni nei loro nuclei. I differenti livelli di isotopi possono indicare differenti località visti i differenti percorsi delle piogge locali. Le gocce di pioggia delle nuvole che dall’oceano si muovono verso l’interno cadono prima e hanno maggior ossigeno (18) rispetto all’idrogeno(2) rispetto all’acqua che cade all’interno del paese. In questo modo è possibile vedere la differenza tra chi è stato nello Utah o chi è stato nel il Texas. Per i criminali si prevedono lunghe code dal barbiere.