Antigone Circus: tragedia femminile a Posillipo

0
5

[oblo_image id=”2″]La rassegna Teatri di Pietra 2010 – Pausilypon proseguirà sabato 17 luglio 2009, ospitando, nel meraviglioso sito di Villa Imperiale Posillipo a Napoli, lo spettacolo Antigone Circus di Maria Angela Robustelli e Flavia Chiarolanza, con la regia e i costumi a cura di Maria Angela Robustelli.

Presentato da La Giostra Teatro, l’allestimento, liberamente tratto da una pièce di Flavia Chiarolanza, si avvale della presenza, in scena, di Maria Angela Robustelli, Marianna Robustelli, Alessandra Mirra, Odile Saye, Angela Saravo, Giorgia Guarino, Marina Cavaliere, Luca Narciso, con l’accompagnamento musicale delle tammorre di Francesco Divaio e il didjeridoo di Alberto Spisso. La realizzazione delle scene è a cura di Pietro Castiello, le luci di Niko Mucci.

Antigone Circus, tragedia che “combina” Sofocle, Euripide e Hitchcock, racconta di figure femminili memorabili. Medea, Antigone, Fedra, Elettra, Cassandra, Elena, Clitennestra. Immaginate di trovarle tutte riunite in un circo-prigione, come in un incubo prima di essere giudicate.

La lente d’ingrandimento attraverso cui sono presentate queste mitiche figure femminili, è il tema dell’eros, inteso come incapacità umana di controllare ragionevolmente gli impulsi della passione erotica (Fedra, Medea, Elena), come forte legame con la famiglia d’origine, che genera vendetta e sacrificio (Antigone, Elettra), o ancora come giogo di guerra, o più di tutto, come colpa da espiare.

[oblo_image id=”1″]La passione, il dolore femminile, diventa un modello per il dolore e la passione degli uomini senza distinzioni di sesso. In scena sette giovani attrici, con storie ed etnie diverse, si muovono in uno spazio circolare che rimanda a un vecchio circo, e che si esprimono nei vari linguaggi teatrali (canto, danza, mimo, percussioni).

Le colpe, le responsabilità, le passioni riaffiorano come in un monologo joyciano al cospetto di un uomo-prigioniero sotto mentite spoglie, che le prigioniere credono una di loro e che a sorpresa paleserà la sua vera identità.

Un intenso dibattito sui sentimenti più profondi dell’universo femminile e i suoi turbamenti sottolineati dalla musica immortale di Shostakovich.

Una vicenda di amore, odio, gelosia, vendetta, che si muove sullo sfondo della violenza e l’orrore della guerra.

“Eros, indomito in lotta, Eros che tutto investi, che sulle molli gote d’una fanciulla hai soste di vigile riposo, e visiti le chiuse capanne agresti e sei l’oltremarino viandante, cui sottrarsi fuggitivo nessuno può, che sia degli immortali o degli uomini effimeri di breve giornata”. (Sofocle, Antigone).

Antigone Circus, da Euripide
Napoli, Villa Imperiale di Posillipo – sabato 17 luglio 2010
Ingresso da Grotta di Seiano (Via Coroglio) ore 20.30, inizio spettacolo ore 21.30
Info e prenotazioni al numero verde 800024060 email info@capuanticafestival.it
Il costo dei biglietti è di euro 12 (intero) e di euro 10 (ridotto)