Al via il 2° Festival cinematografico dello Stretto

0
6

[oblo_image id=”1″]Dopo il successo della 1° edizione, dal 22 al 26 gennaio 2008 si svolgerà a Messina la 2° edizione del Festival cinematografico dello Stretto, nel segno dell’accoppiata dei generi Horror e Fantasy, i corti per le scuole e in tutto 4 sezioni per “Il cinema in poco”. La rassegna cinematografica comprende quattro sezioni raccolte sotto il titolo Il cinema in poco curate da Francesco Coglitore. Le quattro sezioni sono Cortando, dedicata ai generi Horror e Fantasy, a tema libero; Scuola in corto, dedicata ai progetti promossi negli istituti superiori italiani; CortoOscar, riservata alle opere vincitrici di premi assegnati dal 2005 al 2007 in altri Festival italiani e stranieri ed i Cortissimi (durata massima 5 minuti) sul tema della ricostruzione per celebrare l’anniversario del terremoto che colpì Messina nel 1908.

La sezione Nuovo sguardo sul cinema italiano è, invece, un concorso per opere prime che punta a valorizzare i giovani talenti mentre la sezione Telefonini per iniziare – diretta dal regista Marcello Trovato – indaga le nuove frontiere del cinema: in concorso esperimenti filmici realizzati con i cellulari.

La sezione simbolo del Festival è quella dal titolo: Tentativi – Un percorso nel sogno che indaga sulla possibilità di parlare di una sola grande arte: lo spettacolo senza distinzioni fra teatro, pittura, fotografia, cinema e musica. Il Festival dello Stretto proporrà inoltre anche una mostra sulle macchine del cinema, dall’epoca dei fratelli Lumiere ai giorni nostri.

Il concorso per lungometraggi inoltre, propone una serie di «Incontri», un tavolo di confronto tra registi, attori, produttori e distributori, in modo da affrontare il tema scottante della distribuzione – soprattutto nel Sud Italia – e della crisi generale del settore dal punto di vista produttivo.

Dopo la 1° edizione – con Bud Spencer, Maria Grazia Cucinotta, il cinema poetico di Tonino De Bernardi, i registi Alberto Momo e Donatello Fumarola, la proiezione del pasoliniano I magi randagi di Sergio Citti, il Cinema delle donne firmato da Anna Rijtta Ciccone e Giovanna Sonnino, le retrospettive sul cinema siciliano e il rapporto con la letteratura – la rassegna punta a consolidarsi, con molti ospiti e partecipazioni.

Verrà anche assegnato un Premio alla carriera, consegnato nella 1° edizione a Bud Spencer, che per la nuova rassegna è ancora top secret. Molti i personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo che saranno presenti per discutere di «produzione in Sicilia e per la Sicilia», nella prospettiva di un mercato internazionale. Madrina del Festival sarà, per la seconda volta, l’attrice messinese di respiro internazionale Maria Grazia Cucinotta che ha sempre risposto con entusiasmo alle proposte della sua città.

Per informazioni, Entr’Acte, Viale Cadorna n. 22, 98122, Messina, telefono 090/771030 e e-mail info@anghelospress.it.