A Torino la N.I. Automotive Forum 2012

0
4

[oblo_image id=”1″] Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino ha fatto da cornice all’8a edizione di NI Automotive Forum, l’appuntamento biennale dedicato alle tecnologie di casa National Instruments per il collaudo e la validazione dei sistemi in ambito automotive. Il tema di questa edizione è legato alla semplificazione della complessità. Secondo recenti studi di settore, l’aumento del contenuto di elettronica a bordo dell’auto crescerà esponenzialmente entro il 2015, contribuendo ad aumentare il costo e la complessità costruttiva dei veicoli. In quest’ottica, l’esigenza della semplifcazione implicherà una maggiore integrazione dei sistemi elettronici a bordo veicolo e a una profonda conoscenza delle normative internazionali che mirano ad aumentare il grado di sicurezza nelle auto. Questa 8ª Edizione di NI Automotive Forum sarà l’occasione ideale per confrontarsi su importanti temi come la riduzione del rischio, la conformità alle normative e agli standard di Functional Safety, la validazione e le certificazioni di conformità, i sistemi Safety Critical e di test real-time. Tutte le sessioni si articoleranno tra casi applicativi reali e presentazioni tecniche relative al tema semplificare la complessità di sistemi. Durante la tavola rotonda di fine mattinata, illustri esponenti e decision-maker del settore apriranno una finestra significativa sulle regole da creare per strutturare la complessità dell’auto del futuro confrontandosi con il pubblico sui risvolti delle tecnologie odierne sul mercato, come gli sviluppi dell’elettrificazione del veicolo e le moderne sfide di validazione per ridurre consumi ed emissioni. Novità dell’edizione di quest’anno sono due sessioni pratiche sulle tecniche di test real-time con NI VeriStand, che si svolgeranno in parallelo alla sessione pomeridiana in sala plenaria.

 National Intruments annuncia NI VeriStand 2011 per il test Real-Time e HIL

Il software per il test real-time è migliorato con il nuovo editor del profilo di stimolo e l’Add-On INERTIA per celle di test

NI VeriStand 2011, l’ultima versione di un ambiente software aperto e configurabile, consente di creare applicazioni e simulazioni di test real-time come hardware-in-the-loop e celle di test. L’intuitiva interfaccia del software aperto aiuta a ottenere una maggiore flessibilità del sistema e a ridurre il tempo di sviluppo del test. La nuova versione include uno strumento del profilo di stimolo real-time che espande l’esecuzione del test deterministico con strutture di looping e branching, funzioni aritmetiche componibili, multitasking e molto altro. Gli ingegneri possono combinare NI VeriStand 2011 con INERTIA™, un add-on di Wineman Technology, Inc, che aggiunge una suite di strumenti a NI VeriStand per il controllo ottimizzato a ciclo chiuso di celle di test basate su dinamometro e servo-idraulico. “NI VeriStand 2011 migliora la flessibilità e l’efficienza degli ingegneri che hanno difficoltà a tenere il passo con la complessità crescente dei sistemi di controllo elettromeccanico,” ha detto Ian Fountain, manager della piattaforma di test real-time e HIL presso National Instruments. “Con i suoi miglioramenti per la generazione di profilo di test real-time e l’automazione delle celle di test possibile creare sistemi di test real-time che verranno incontro alle esigenze attuali e future con una soluzione commerciale.”  Il nuovo strumento di stimolo del profilo in NI VeriStand 2011 aumenta l’efficacia di sviluppo del test e le funzionalità del sistema rendendo possibile per gli ingegneri la creazione e il riutilizzo di profili di test sofisticati. Lo strumento include una vasta libreria della strutture e operatori che riduce significativamente il tempo di sviluppo del test e ne aumenta la copertura. Inoltre è migliorato con i template per le comuni routine di test come multitasking e data logging e include altre caratteristiche progettate appositamente per ampliare la copertura di test e semplificare il riutilizzo del codice in molte applicazioni esigenti di test real-time. L’add-on INERTIA di Wineman per NI VeriStand 2011 estende la funzionalità del software per applicazioni di celle di test basate su dinamometro e servo-idraulico. Combinato con NI VeriStand 2011, INERTIA™ offre il controllo avanzato a ciclo chiuso con lo switch in modalità rapida, dithering e altre caratteristiche che sono utili per implementare velocemente ed efficientemente le applicazioni di test e controllo real-time.  L’add-on inoltre include strumenti per il tuning e il monitoraggio dei cicli di controllo e informa sulla degradazione del ciclo di vita del macchinario attraverso un controllo di ampiezza. Inoltre, INERTIA fornisce il nuovo editor del profilo di stimolo in NI VeriStand per fornire un editor di test specifico per l’applicazione per una gestione più efficiente dei profili di stimolo deterministico che si interfaccia con diversi cicli di controllo attuatori. NI VeriStand 2011 inoltre fornisce un supporto esteso per 14 ambienti di modellazione. Questa funzionalità, combinata con altre nuove caratteristiche in NI VeriStand 2011, rendono il software ideale per aumentare l’efficienza e le funzionalità in ogni applicazione di test real-time.

National Instruments espande la comunicazione CAN a elevate prestazioni su NI CompactDAQ e CompactRIO

Il nuovo modulo della Serie C rende portatile le misura basate su CAN e possibili i sistemi di datalogging.

National Instruments ha annunciato il modulo CAN (controller area network) ad alta velocità NI 9862 C Series, il nuovo ampliamento della famiglia NI-XNET delle interfacce ad alti prestazioni progettato per comunicare con le reti embedded. Il modulo espande la famiglia NI-XNET per le piattaforme hardware NI CompactDAQ e CompactRIO e introduce il supporto CAN per NI CompactDAQ. NI 9862 fornisce il trasferimento dati fino a 1 Mbit/s e include vantaggi simili ad altre interfacce NI-XNET PCI e PXI inclusi i messaggi di accelerazione hardware, elaborazione frame su scheda e comunicazione con carichi del 100 percento sul bus senza perdite di frame.  La piattaforma NI CompactDAQ fornisce comunicazione CAN portatile con la disponibilità di chassi da 4 e 8 slot USB o Ethernet. NI CompactDAQ è compatibile con più di 50 moduli di I/O NI della Serie C e il modulo CAN NI 9862 ad alta velocità può essere sincronizzato con altri moduli di I/O nello stesso chassis. La natura modulare di NI CompactDAQ, combinata con l’integrazione del software di programmazione grafica NI LabVIEW, facilita l’utilizzo e velocizza i tempi di misura.  CAN è riconosciuto come standard nell’automotive per le reti a bordo veicolo e utilizzato in vari settori come il trasporto pubblico, avionica, macchinari agricole o forestali, dispositivi medicali, sistemi militari e automazione industriale. Grazie all’utilizzo del nuovo modulo, gli ingegneri possono sviluppare diverse applicazioni, come:

•           Monitoraggio e registrazione reti a bordo veicolo

•           Calibrazione ECU portatile

•           Diagnostica a bordo veicolo (monitoraggio e registrazione)

•           Validazione del dispositivo con DAQ sincronizzato

La famiglia NI-XNET offre un’interfaccia di programmazione comune per più reti automotive come CAN, LIN e FlexRay. Con le interfacce NI-XNET, è possibile sviluppare applicazioni per la creazione, simulazione e test di queste reti in modo più facile e veloce con i software LabVIEW e LabVIEW Real-Time, così come con ANSI C/C++. Le nuove interfacce combinano le prestazioni e la flessibilità delle interfacce a basso livello dei microcontroller con la velocità e la potenza dei sistemi operativi Windows and LabVIEW Real-Time. È possibile inoltre integrare facilmente le interfacce in PC desktop real-time così come nei sistemi PXI real-time. Le interfacce CAN NI-XNET includono il supporto del database integrato per importare, modificare e usare frame e segnali dai file FIBEX, .DBC e .NCD. Inoltre, il modulo CAN include strumenti software intuitivi e le API per velocizzare lo sviluppo. Lo stesso codice può essere usato tramite PXI, PCI, NI CompactDAQ (USB e Ethernet) e sistemi hardware CompactRIO per risparmiare tempo. Questi vantaggi consentono la standardizzazione delle applicazioni CAN per una varietà di configurazioni e aree d’applicazione. È possibile usare il modulo con la piattaforma CompactRIO e prototipare più rapidamente e più facilmente usando un’interfaccia di programmazione comune paragonata alle altre interfacce NI-XNET CAN come PCI e PXI. Il modulo ha una funzionalità nativa e integrata per le comuni applicazioni di comunicazione CAN in NI VeriStand, una soluzione software pronta all’uso per configurare applicazioni di test real-time come i test di hardware in-the-loop e applicazioni per celle di test.

 NI presenta il controller Embedded PXI Express 3U con il processore Intel® Core i5™ di seconda generazione

Il nuovo controller dispone di nuove periferiche e do una potenza di elaborazione del 50 percento in più

National Instruments ha annunciato il controller embedded a elevate prestazioni NI PXIe-8115 dotato dell’ultimo processore dual-core Intel® Core™ i5 di seconda generazione. Il controller NI PXIe-8115 presenta una ricca batteria di canali di I/O con sei porte USB 2.0. Queste periferiche a bordo scheda riducono il bisogno di adattatori periferici esterni e aiutano tecnici e ingegneri nella costruzione di sistemi ibridi a basso costo. Per migliorare il servizio e ridurre i tempi di fermo, il controller embedded NI PXIe-8115 presenta la diagnostica in-ROM e hard drive per determinare lo stato di salute del controller. Combinando i controller con il software di progettazione di sistema NI LabVIEW (http://www.ni.com/labview/i), è possibile ottenere una maggiore efficienza in molte applicazioni di test, misura e controllo. Il processore Intel Core i5-2510E dà al controller NI PXIe-8115 una frequenza di clock di 2.5 GHz e impiega la tecnologia Intel Turbo Boost per aumentare la frequenza di clock in base al tipo di applicazione. Per esempio, quando si eseguono applicazioni che generano solo un singolo processo di elaborazione, la CPU mette in sospenzione i core non utilizzati e aumenta la frequenza del core attivo passando da 2.5 GHz a 3.1 GHz. Questa caratteristica permette di evitare lo sviluppo di applicazioni software multithread per poter sfruttare gli ultimi sviluppi sulle CPU. La flessibilità di funzionamento in una modalità dual-core o single-core ad alte prestazioni rende il controller ideale per una varietà di applicazioni, inclusi test automatizzati e controllo industriale ad alte prestazioni.  Oltre a offrire elevate prestazioni CPU, il controller NI PXIe-8115 dispone di sei porte USB 2.0, due uscite video, due uscite Gigabit Ethernet, porte seriali e parallele. Questo ricco insieme di canali di I/O non richiede l’acquisto di moduli PXI individuali. È possibile ottimizzare l’uso degli slot in uno chassis PXI perchè questi ultimi sono disponibili per i moduli di misura invece che gli I/O standard. Per le applicazioni a elevato sfruttamento di memoria, il controller standard dispone di una memoria DDR3 da 2GB a 1333 MHz con un massimo di 8 GB di memoria e il supporto per il sistema operativo Windows 7 64-bit. Il controller NI PXI-8115 combinato con lo chassis NI PXIe-1082 è ideale per l’analisi intensiva, l’elaborazione di segnali e immagini e l’acquisizione dati ad alta velocità.  Per migliorare l’affidabilità dei sistemi PXI, il controller NI PXIe-8115 offre la diagnostica in-ROM e hard drive per determinare lo stato salute del controller embedded PXI. Con questa nuova caratteristica, non è più necessario usare gli strumenti di terze parti per determinare la salute della memoria e dell’hard drive. Combinando l’analisi diagnostica con le opzioni di hard drive e memoria di National Instruments, la mantenibilità migliorata del NI PXIe-8115 riduce i tempi di fermo e ne assicura un impatto minimo sull’applicazione.

Per maggiori informazioni: italy.ni.com/automotive-forum