martedì, Gennaio 19, 2021
Home Cultura A Torino Comics 2012 incontro con l'ospite d'onore: Terry Moore

A Torino Comics 2012 incontro con l’ospite d’onore: Terry Moore

[oblo_image id=”1″] ISPIRAZIONE PER I SUOI PERSONAGGI KATCHOO E FRANCINE.  Ho disegnato fumetti per tutta la vita e sempre con i due tipi di donna che mi piace suddividere;  vale a dire la ragazza sempre arrabbiata e la ragazza dolce. Sono sempre gli stessi personaggi in diversi ambienti  (tipo per esempio  nella jungla oppure vicissitudini cittadine). Al momento di iniziare i fumetti avevo gia’ in mente i personaggi.  Per STRANGER IN PARADISE  ho  preso la mia vicina, amica e militante femminista che odia gli uomini, mentre vi ho contrapposto la classica ragazza che tutte le mamme vorrebbero avere come  moglie per il proprio figlio.  CONFRONTO FRA SCUOLA STATUNITENSE E SCUOLA EUROPEA E IN PARTICOLAR MODO ITALIANA.  Secondo me le scuole statunitensi  sono molto piu’ autodidatte e non hanno le basi  di cui dispongono le scuole europee, soprattutto in Italia e Francia. E’ come paragonare un musicista di strada con uno andato al conservatorio!  Negli States  e in America  va molto forte JIM LEE, un famoso fumettista della Marvel, mentre qui esistono molteplici strutture con scuole e background artistico, un po’ come paragonare che gli Stati Uniti esistono a differenza dell’Europa solo dal 1700.  COME GIUDICA I FUMETTI EUROPEI.   Fino a diece anni conoscevo solo i fumetti americani, poi la mia vita cambio’ quando mi trasferii in Africa e precisamente in Tanzania dove ho potuto scoprire ed apprezzare lo stile europeo. Infatti il mio tratto classico  si ispiro’  piu’ a quello europeo che a quello americano. Magari fossi rimasto negli States a quest’ora sarei diventato fumettista della Marvel!    In Africa le due cose che scoprii furono i fumetti e il calcio.  CONTA DI VENIRE A COLLABORARE IN ITALIA O IN EUROPA DATA QUESTA SUA INFLESSIONE NELLO STILE EUROPEO?  Ci sono stati dei contatti non concretizzati ma resto molto aperto a tutte le esperienze soprattutto quelle italiane ed europee.   PIACE L’ITALIA?   Ho perso il conto di tutte le volte che sono venuto nel Bel Paese: due volte a Napoli e poi Lucca,Venezia; adesso dopo aver finito di girare tutte le grandi citta’ iniziero’ da quelle piu’ piccole.  Sono contento di aver visto Torino, e’ molto bella.   COME GIUDICA TORINO COMICS?  La trovo molto bella e mi auguro che sia strapiena nel week end  affinche’ molta gente venga a trovarmi qui.  LE PROSSIME SUE PERFORMANCE  IN LAVORAZIONE?  Stranger in Paradise   ed  ECHO,  sto lavorando sulla terza serie   Rachel Rising   in puro stile horror.   COSA L’HA CONVINTA A VENIRE A TORINO?  Sono venuto  perche’ sono stato invitato direttamente. Quando a New York fui contattato dall’organizzazione Pavesio  esclusivamente per ritirare un disegno, ma dopo un intenso colloquio  mi fu prospettata l’idea di essere invitato come ospite d’onore.  Se il successo sara’ enorme e mi inviteranno una seconda volta, ritornero’ molto volentieri!

Terry Moore,  nato a Houston (Texas) e’ un fumettista statunitense, uno dei mafiori esponenti de fumetto indipendente negli USA. La sua opera più significativa è Stranger in Paradise, che narra le avventure agrodolci di Francine e Katchoo. Il legame con la sua opera si può paragonare a quello di Dave Simm con il suo Cerebus. La prima storia, che è anche il primo lavoro pubblicato di Moore, di Strangers in Paradise è stata pubblicata nel novembre 93 dalla Antarctic Press. L’anno successivo Moore apre la sua casa editrice: la Abstract Studio. Nel 1996 si unisce al progetto Homage nato da una costola dell’Image Comics insieme conIim Lee, Kurt Busiek e James Robinson. Moore ha abbandonato l’etichetta dopo 8 numeri per riprendere a pubblicare in proprio la sua serie. Scrive, disegna e inchiostra da solo ogni albo, che esce con una periodicità semestrale. Moore ha vinto nel 1996  il premio Eisner nella categoria “Miglior storia a puntate” con Stranger in Paradise. La serie ha raggiunto una popolarità su scala mondiale. Viene pubblicata anche in Italia, con alterne vicissitudini editoriali e repentini cambi di editore. Dal 2004 è l’editore Free Books  a tradurne  le avventure, provando a proporle dal 2005 anche per le edicole in una veste economica, tentativo mai fatto in precedenza.  Dal novembre 2007  lavora ad una nuova serie, Echo , il cui primo volume viene stampato nel marzo2008; anche questa serie viene pubblicata in Italia dalla Free Books. Sono pubblicati in italiano 4 volumi, che traducono i primi 16 numeri dell’edizione originale. Nella sua carriera vi sono anche limitate apparizioni su testate DC e Marvel, come Runaways.

SUE OPERE PRINCIPALI:  STRANGER IN PARADISE, PARADISE TOO, LADY SUPREME  NN. 1 – 2, BIRDS OF PREY NN. 47 – 49, ULTIMATE MARVEL TEAM-UP N.14, NEGATIVE BURN, DV FIRST BATGIRL/JOKER N.1, DARKNESS VAMPIRELLA, ECHO, SPIDER MAN LOVES MARY JANE, RUNAWAYS, PUNSHER

Most Popular

Recent Comments