Pubblicato il: 22 Aprile 2015

Torino Comics 2015 : tutti i numeri dell’anno della matita

Torino Comics 2015 : le cifre del successo

Numeri davvero importanti per la ventunesima edizione di Torino Comics 2015 che da venerdi’ 17 a domenica 19 aprile ha occupato gli oltre 17.000 metri quadri del Padiglione 2 di Lingotto Fiere (parte espositiva) mentre nel Padiglione 1 ci si e’ dedicati agli eventi riservati ai Cosplayers. La campagna di comunicazione 2015, realizzata da Vittorio Pavesio, simboleggia L’ANNO DELLA MATITA.  La campagna vede protagonista, come di consueto, Pietro Miccia, storico testimonial della manifestazione, disegnato appunto completamente a matita e con una matita in mano. Un’immagine che intende simboleggiare un ritorno alle origini, al concetto diartigianalita’ e di autorialita’, ma non solo. La tragedia di Charlie Hebdo ha generato in tutto il mondo un acceso dibattito sulla forza sociale e civile del fumetto. La matita vuole dunque indurre il pubblico a una profonda riflessione sul concetto di creativita’ e di liberta’,  non solo espressiva. Il Salone, organizzato in joint venture daExenia e GL Events Italia-Lingotto Fiere, ha potuto contare su un Direttore artistico d’eccezione  quale Vittorio Pavesio   mentre Torino Cosplay è stato realizzato in collaborazione con Cospa Family. Per quanto riguarda le aree espositive si sono registrati 200 presenze con un layout espositivo, rivisto completamente, che ha proposto diversi spazi a tema: Books and Books con le proposte degli editori; Comics Shopping Center con area commerciale; Japangate, area dedicata ad anime, manga e al mondo del Sol Levante; Turinwood, con spazio principalmente ai gruppi che rievocano film di culto, Torino Cosplay; Torino Games, con giochi di carte, di ruolo e in scatola; Comics Bazaar, mercatino dell’usato e dell’antiquariato; Underground city, area autoproduzioni; Dragons’ lair, area fantasy, Showcase’s road:  performance degli autori e dei partecipanti del premio Pietro Miccia; The dark side, area dedicata all’horror. Molto gettonato anche nel Padiglione 1Torino Cosplay, con sfilate dedicate a chi ama travestirsi nel proprio personaggio preferito, appartenente al mondo dei manga, degli anime, dei fumetti o di film e serie tv di culto. Il sabato invece e’ stato dedicato alla sfilata non competitiva e a Miss e Mister Crazy Cosplay, con i costumi più pazzi e originali; la domenica ha visto dare spazio alla sfilata competitiva con in palio un superpremio: un viaggio in Giappone. Debutto invece da superstar per il Torino Comics Horror Fest con 3 giorni vissuti all’insegna della paura e dello splatter  tra proiezioni e dibattiti su storiche pellicole horror e fantastiche del cinema italiano e non solo.  Ospite d’onore èSergio Stivletti il re degli effetti speciali del cinema horror italiano.  Come di consueto l’annullo filatelico per i collezionisti. All’interno di Torino Comics e’ stato allestito un ufficio postale dove i collezionisti sono andati a caccia dell’annullo filatelico. E’ stato possibile acquistare cartolina e francobollo stampate appositamente in occasione della manifestazione, e farsi annullare il tutto con il timbro postale ufficiale personalizzato con un disegno di Pietro Miccia.  Charity Partner di Torino Comics e’ stata FORMA Onlus, la Fondazione dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, polo pediatrico di rilievo nazionale ad alta specializzazione. L’obiettivo della Fondazione è ribaltare la visione di ospedale da luogo triste e di sofferenza, a luogo di guarigione, dove il dolore e la malattia scompaiono. I volontari di Forma,insieme ai ragazzi di Cosplay for Children, sono presenti a  Torino Comics con uno spazio espositivo, per informare il pubblico sulle attività della Fondazione.

GLI OSPITI DI TORINO COMICS 2015 : DA ORTOLANI A SERPIERI, DALLA SCUDERIA BONELLI A QUELLA DISNEY E TANTO ALTRO ANCORA….

Leo Ortolani è l’ospite d’onore della XXI edizione di Torino Comics. Il creatore di RAT-MAN, celeberrimo personaggio del fumetto italiano parodia dei supereroi americani, è stato seguito da una foltissima platea a Lingotto Fiere con l’incontro La fine del topo? Con cui l’autore svela gli scenari  futuri del Ratto più famoso dei fumetti. Tra gli ultimi lavori, Ortolani può vantare una bella collaborazione con il torinese Arturo Brachetti, con il quale ha riscritto lo spettacolo BRACHETTI CHE SORPRESA, in tournée proprio in questi mesi. In occasione di Torino Comics, Leo ha voluto fare un regalo speciale al pubblico della manifestazione: un disegno con una personalissima rivisitazione del personaggio di Pietro Miccia.

Paolo Eleuteri Serpieri è il secondo grande ospite di Torino Comics. Pittore (allievo del grande Guttuso), illustratore, fumettista, è uno dei grandi maestri del fumetto italianoLanciostory, Skorpio ed il fantascientifico Druuna: Morbus Gravis, tra gli altri, nel suo curriculum. Sua opera più recente, il numero 1 della nuova collana di romanzi a fumetti di Bonelli dedicata a Tex. Titolo dell’albo è L’eroe e la leggenda.  

Numerosissimi gli altri autori presenti: dai disneyani Casty, Paolo Mottura, Maurizio Amendola e Valerio Held agli autori della scuderia Bonelli come Luigi Piccatto, Pasquale Ruju, Sergio Giardo, Paolo Bisi, Giacomo Danubio, Nicola Genzianella e Gigi Simeoni. Non mancano alcuni dei più recenti fenomeni editoriali nati sul web, da Don Alemanno, autore del dissacrante Jenus di Nazareth, alla giovanissima Fraffrog, diventata celebre su youtube, che a Torino fa il suo debutto su carta con Shockdom edizioni. Inoltre, ha avuto grande successo lo spettacolo dei PanPers, noto duo comico torinese che dal 2009 fa parte del cast di Colorado, trasmissione di Italia1, e che spopola sul web con la serie Spycar.

La serie belga delle avventure di Tintin, create da Hergé, ha attraversato il Novecento con tutti i suoi drammi e le sue tragedie. Avventure per ragazzi, ma sempre ancorate alla realtà contemporanea, quelle di Tintin hanno dovuto affrontare anche il periodo peggiore del secolo scorso, quello che ha visto nascere e tragicamente prosperare totalitarismi feroci e disumani, e una spaventosa Guerra Mondiale. Tintin è uno dei simboli stessi del Belgio e rappresenta valori positivi. Come mai il suo autore è stato in varie occasioni accusato di razzismo, colonialismo, vicinanza all’estrema destra, collaborazionismo col nemico? Quanto c’è di vero? Ci sono elementi discutibili nelle storie raccontate ai ragazzi? Se ne parlato in Tintin e Hergé: il nazifascismo e altri totalitarismi, con Gianfranco Goria (Anonima Fumetti), uno dei maggiori esperti italiani dell’opera di Hergé e di Tintin in particolare, che si è occupato dell’aderenza filologica della nuova edizione completa delle Avventure di Tintin, per l’occasione ritradotte in italiano, per Rizzoli Lizard.

 

Un occhio alla disabilita’: domenica 19 aprile e’ stata presentata  Disabillkill, una sorta di dizionario semi-serio dalla A alla Z sul mondo della disabilità, vista da un’angolazione insolita. Il 50% del ricavato dalla vendita del libro, realizzato con i contributi di famosi vignettisti (Vincino, Bozzetto, Biani, Maramotti, ecc.) e con la prefazione illustrata di Sergio Staino, servirà a finanziare un progetto della FISH, Federazione Italiana Superamento Handicap. Presenti alla presentazione gli autori del libro, i vignettisti Tullio Boi e Pietro Vanessi.

GRANDE DEBUTTO PER IL TORINO COMICS 2015 HORROR FEST. SERGIO STIVALETTI OSPITE D’ECCEZIONE.

Grande novità della XXI edizione di Torino Comics è il debutto del Torino Comics Horror Fest, un’iniziativa in collaborazione con l’associazione Immaginaria Studios. Il progetto, nato da un’idea del fotografo e regista James Garofalo, che si avvale della collaborazione di Clay Dembech di Ghostbusters Italia, prevede 3 giorni all’insegna della paura e dello splatter, con proiezioni e dibattiti su storiche pellicole horror e fantastiche del cinema italiano e non solo.  Per l’occasione si celebra il trentennale di Demoni, pellicola italiana del 1985 diretta da Lamberto Bava. E ospite d’eccezione a Lingotto Fiere è Sergio Stivaletti, re degli effetti speciali del cinema italiano, che di quel film curò appunto gli effetti speciali e il trucco. Stivaletti, intervistato da Garofalo, commenta la pellicola ed è inoltre a disposizione al proprio stand per introdurre il pubblico ai suoi corsi pratici di effetti speciali. Durante Torino Comics, inoltre, una giornata è dedicata all’anteprima del primo premio cinematografico Horror e Fantastico, contest per registi amatoriali, la cui fase finale avrà luogo a dicembre durante l’edizione natalizia di Torino Comics, con tanto di premiazione in perfetto stile Academy Awards.  Venerdì 17 aprile sono stati proiettati, in sala blu i lavori presentati dai candidati, i quali hanno avuto anche l’opportunità di intervenire sul palco per presentare e commentare la propria opera.  La rassegna si e’ aperta venerdì 17 aprile alle 14.30 con la giornata Anteprima Contest, che ha visto la proiezione di Resta di Anna Bucchetti, corto premiato nel 2009 come miglior opera in lingua straniera al San Francisco Women’s Film Festival 2009. Ospite a Torino il protagonista del film, Stefano Saccotelli. Si prosegue con la pellicola low budget Slasher, di James Garofalo, successivamente è la volta di Carrie’s Nightmare, di HBG ed Emanuele Olmo e si chiude con In the Market di Lorenzo Lombardi. Ospite della giornata è proprio Lombardi, regista, produttore, editor, fotografo e sceneggiatore. Tema della giornata di sabato 18 aprile è stata Living Dead, che inizia con Il Ritorno dei morti viventi dello statunitense Dan O’ Bannon, per proseguire con L’alba dei morti viventi dell’americano Zack Snyder. Ospite della rassegna è stato lo scrittore del terrore Paolo Di Orazio, detto “il barone dell’orrore” che, intervistato da James Garofalo, ripercorre la sua carriera di racconti e romanzi incentrati sul mondo meraviglioso di creature buone e malvagie, assassini, maniaci, freaks, licantropi, zombi. Un piacevole fuori tema, con un momento dedicato allo show “10 Magnifici Eroi, sfilata di 10 meravigliosi costumi di cosplayer che si contendono il premio come Magnifico Eroe 2015.  Garofalo e Fausto Avaro presentano la loro nuova pubblicazione Sogni Animati, edita da Photocity edizioni. Gran chiusura con Resident Evil, celebre film di Paul W.S. Anderson con Milla Jovovich, introdotto da una rappresentanza della Umbrella Italian division, che svela alcuni segreti e chicche riguardanti la serie cinematografica. Domenica 19 aprile è dedicata al tema Il demone in corpo. Protagoniste le pellicole di Sergio Stivaletti M.D.C. Maschera di cera e I tre volti del terrore, e appunto Demoni di Lamberto Bava. A seguire, una tavola rotonda con Sergio Stivaletti, autore degli effetti speciali del film, che ripercorre la sua carriera di specialista e di regista insieme a James Garofalo; presenti anche Roberto Attanasio, il più grande collezionista al mondo del materiale relativo ai Goblin, la famosa band che ha curato le Colonne Sonore dei più bei film di Dario Argento, e Cristina Accettuli, la creatrice della bambola di Profondo Rosso, gadget presente nell’apposito stand organizzato dai due ospiti. La rassegna si chiude alle 17.30 con Demoni 2, di Lamberto Bava.

 
PREMIO PIETRO MICCIA: 18 ESIMA EDIZIONE LEGATA A TORINO COMICS 2015

 

Torna il Premio Pietro Miccia, la pazza corsa fumettistica di Torino Comics giunta quest’anno alla 18° edizione. Giovani talenti della nona arte sono chiamati a una sfida fino all’ultimo tratto in una emozionante performance dal vivo. Quest’anno il premio è legato a un obiettivo nobile: sostenere la Limpopo Eco Operations (LEO) Africa, associazione no profit che si dedica attivamente alla tutela e difesa di rinoceronti neri e bianchi, i quali sono minacciati dai bracconieri, per l’aumentata richiesta del loro corno.  La sfida per i partecipanti è ideare un’immagine che trasmetta un messaggio forte per salvaguardare il rinoceronte nero africano, uno degli animali a maggior rischio di estinzione proprio a causa del bracconaggio. Il soggetto può essere realizzato in tecnica libera su grande formato. Immancabile, come ogni anno, il cronometro a scandire inesorabilmente il tempo a disposizione degli sfidanti. Il tutto sotto gli occhi curiosi del pubblico di Torino Comics che assiste alla gara. Le opere saranno poi sottoposte al giudizio finale di un gruppo di professionisti, che decreteranno e premieranno il vincitore nel corso della fiera. L’immagine vincitrice del premio sarà utilizzata per realizzare t-shirts che verranno messe in vendita sull’e-shop The Elusive Catfishery, e i proventi delle vendite saranno destinati all’acquisto di un dispositivo di rilevamento notturno per rafforzare le misure anti-bracconaggio contro i rinoceronti neri del Selari.

 

A TORINO GAMES FA TAPPA IL GIOCO DELL’ANNO ON TOUR. OSPITE INTERNAZIONALE SHANE LACY HENSLEY

 

Giochi di ruolo, di carte e in scatola: l’area Games di Torino Comics 2015 copre tutte le categorie dell’intrattenimento “da tavolo”. PPTQ di Magic a cura di Jolly Troll, Magic Lair e Magic Fun, tornei validi per i campionati nazionali di Dominion e Bang organizzati da Homo Ludens, tavoli dimostrativi di oltre venti giochi di ruolo diversi allestiti dalla Gilda del Grifone, incontri con gli autori presso lo stand di IDEAG. E ancora Krosmaster Arena, Star Wars X-Wings e Armada, Heroclix e molti altri. Moltissimi gli ospiti, dal nostrano Andrea Chiarvesio all’internazionale Shane Lacy Hensley, autore del pluripremiato GdR Savage Worlds, che a Torino Comics tiene workshop e incontri, a cura di Terre Selvagge. Approdato a Torino Comics il Gioco dell'Anno On Tour. Per la prima volta l'iniziativa itinerante del principale premio ludico italiano fa tappa nel nord-ovest, in una delle aree d’Italia più ricche di giocatori e di autori di giochi. Presenti in fiera i vincitori dell'edizione 2014: Il Piccolo Principe e Savage World.  Il Piccolo Principe, di Antoine Bauza e Bruno Cathala, è un gioco ispirato all'omonimo racconto di Antoine de Saint-Exupéry e impreziosito dai disegni originali dello scrittore-aviatore francese, che si è dimostrato capace di attrarre giocatori di ogni età. Dotato di regole chiare e rapide da imparare, questo gioco semplice e coinvolgente dà vita a sfide appassionanti dalla durata contenuta, ma in grado di soddisfare anche i giocatori più competitivi. Savage World, di Shane Lacy Hensley, è un gioco di ruolo curato e dal taglio tascabile, capace di attrarre un pubblico eterogeneo. Il sistema di gioco proposto, molto facile da apprendere e gestire, può essere agevolmente utilizzato con ambientazioni diverse e adattato con grande flessibilità sia a sessioni singole che a campagne complete.

 

TORINO COSPLAY, AUMENTANO LE SFILATE. E IN PALIO UN VIAGGIO IN GIAPPONE

 

A Torino Comics i Cosplayer sono grandi protagonisti. Dal 2014, infatti, un intero Padiglione di Lingotto Fiere è dedicato alle esibizioni e alle sfilate competitive dei ragazzi in costume. Torino Cosplay è realizzato in collaborazione con la Cospa Family, associazione senza fini di lucro volta all’organizzazione di manifestazioni legate al fantastico e colorato mondo del Cosplay. Presidente della Cospa Family e animatore delle giornate torinesi è Massimo “Maxinga” Barbera, che nel 2013 ha vinto il World Cosplay Summit di Nagoya, in Giappone, il più grande appuntamento mondiale per gli appassionati di manga e anime. Barbera è affiancato sul palco da Fabio “Baumiao” Aquilino, vicepresidente dell’associazione, e da numerosi imprevedibili opinionisti, che condiscono le sfilate con divertenti gag e simpatici interventi. Quest’anno, alla classica sfilata non competitiva del sabato, che di anno in anno conquista sempre più appassionati disposti a mettere in gioco la propria simpatia e la propria capacità di improvvisazione sul palco, si va ad aggiungere Miss e Mister Crazy Cosplay, una nuova “non-competizione”, un evento nell’evento, che vuol essere un elogio alla simpatia, alla creatività e alla capacità di immaginazione. La sfilata è dedicata ai cosplayer che indossano i costumi più improbabili e originali (non necessariamente complessi e di difficile realizzazione). Un’occasione per dare libero sfogo al lato più pazzo e fantasioso del cosplay. L’elezione dei “vincitori” avviene tramite l’insindacabile giudizio di una giuria, nel pieno rispetto della tradizione goliardica delle esibizioni del sabato.

Domenica 19 aprile spazio alla super-classica sfilata competitiva di Torino Comics, che premia l’abilità “artigiana” del concorrente, la sua capacità di immedesimarsi nel ruolo scelto e le sue doti interpretative e di simpatia, in una sfida all’ultimo abito per l’assegnazione dei premi. Di edizione in edizione, il Cosplay Contest di Torino si supera in qualità e quantità dei concorrenti, con più di 120 salite sul palco, per un totale di più di 300 cosplayer partecipanti. Numerose le categorie in concorso, dal miglior costume maschile e femminile al miglior gruppo, dalla migliore interpretazione al miglior accessorio. E, grande novità del 2015, l’assegnazione di un superpremio Torino Comics: un viaggio in Giappone.

 

LE MOSTRE: DA DYLAN DOG ALLA NASCITA DEI MANGA

 

A Torino Comics quest’anno vengono allestite ben tre mostre dedicate alla nona arte. La prima vede protagonista la cultura orientale con la mostra L’Origine dei mangaI disegni xilografati nell’arte giapponese nel periodo del “mondo fluttuante”, realizzata in collaborazione con la libreria Setsu-bun di Enzo Bartolone.  Il termine “manga” è l’unione di due kanji, man (buffo strano, destrutturato) e ga (disegno)  letteralmente “immagini libere, divertenti”. Attualmente si riferisce alla particolarità dei disegni e ad una diversa impaginazione dei fumetti di origine Giapponese. Il termine, diventato d’uso comune nel xx secolo, fu utilizzato dal disegnatore Rakuten kitazawa per indicare un particolare tipo di schizzo. Quella stessa definizione era stata adoperata precedentemente in due pubblicazioni realizzate in Giappone nel 1798, Shiji no yukikaj di Santo Kioden e Manga Hyakujo di Aikawa Minwa. A Torino Comics sono in mostra 30 suggestive tavole che ripercorrono la storia e le origini di questa meravigliosa arte.

 

La seconda mostra, realizzata in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics, è dedicata alle tavole vincitrici dell’edizione 2014 del concorso per giovani artisti Pazzi per il fumetto, dedicato al tema, difficile e spesso trascurato, del disagio fisico e mentale.

 

La terza mostra è dedicata agli originali del portfolio Dylan Dog – Monsters, realizzato dall’Associazione La nona Arte per i propri soci. Gli artisti hanno immaginato il detective dell’incubo alle prese con i mostri più rappresentativi del nostro immaginario collettivo. Da Frankenstein a Dracula, dal mostro della laguna agli onnipresenti morti viventi, tutti classici ma realizzati in maniera mai scontata. Le illustrazioni che compongono i portfolio coinvolgono il lettore, trascinandolo in un mondo in bilico tra luci ed ombre, tra terrore e poesia, esaltando il punto di forza di Dylan Dog: l’incubo.

 

DIVENTARE FUMETTISTA: I WORKSHOP E I CORSI

Anche quest’anno nell’ambito di Torino Comics la Scuola Internazionale di Comics di Torino organizza numerosi stage e workshop gratuiti sui corsi della Scuola. Per 3 giorni aspiranti fumettisti vengono guidati dalle sapienti mani di professionisti come Gigi Piras, Massimiliano Valentini, Silvano Beltramo, Ciro Cangialosi, Stefania Vincenzi, Fabio Ruotolo, Francesco Mattina e Steve Scampini. Numerosi gli appuntamenti in programma: dalle basi del disegno ai segreti per inchiostrare al meglio una tavola a fumetti, dallo studio delle prospettive alle tecniche di colorazione, dallo storytelling alle nuove avanguardie dell’illustrazione digitale.  Per tutti e 3 i giorni di manifestazione la scuola di arte digitale Event Horizon ha organizzato eventi, workshop e convegni per chi vuole intraprendere una carriera professionale nel mondo dell’illustrazione digitale, animata e del game design. Tra i temi affrontati, Concept Art, Video Game, Motion Graphics, Cinema e Arte Digitale.

SET CINEMATOGRAFICI,COMBATTIMENTI E ANIMAZIONI CON I GRUPPI OSPITI: DA STAR WARS A RESIDENT EVIL FINO A GHOSTBUSTERS.

Come di consueto a Torino Comics non mancano le animazioni e gli intrattenimenti dei numerosi gruppi e associazioni aderenti, che con entusiasmo e passione si impegnano a ricostruire fedelmente ambientazioni, strumenti e personaggi di alcuni dei più noti film di culto della storia del cinema.

Star Wars

Presente per la prima volta a Torino la Italica Garrison 501st Legion, il gruppo mondiale ufficiale di costuming Imperiale Guerre Stellari. A differenza dei singoli animatori, la 501st Legion funziona come un gruppo, creando un vero ambiente science-fiction/ fantasy con una vasta gamma di costumi ed oggetti di scena di livello professionale. A contrapporsi agli imperiali di 501st legion, i “buoni” di Rebel legion Italian Base, organizzazione fondata per ricreare accuratamente i costumi di scena e gli accessori del gruppo dei Ribelli: Jedi, piloti e truppe, principesse e perfino gli Wookie. A completamento delle animazioni sulla saga, i ragazzi dell’accademia di spettacolo Jedi Generation, che si esibiscono per tutti e 3 i giorni in spettacoli e simulazioni di combattimenti recitando le parti di Jedi e Sith con la spada laser e mettendo in mostra le loro grandi abilità acrobatiche.

 

Resident Evil

Immancabile come ogni anno la partecipazione di Umbrella Italian Division, associazione numero uno in Italia per il reenactment fantascientifico che riunisce tutti i fan della saga di Resident Evil e che propone numerosi eventi interattivi e spettacoli a tema militare e horror. A Torino Comics viene riprodotta una parte della realtà immaginaria dei Survival Horror, con una scenografia da primato: mai prima d’ora, infatti, era stato dedicato tanto spazio alla costruzione di una zona scenografica completamente animata. In quest’ampio spazio la Umbrella Italian Division offre tutto il suo classico repertorio di attività, più alcune novità. Live Show, attività dimostrative, area makeup e Zone Visitabili sono solo alcune delle proposte di UID a Torino.

 

Fantasy

A Torino Comics il gioco di ruolo diventa realtà grazie alla presenza dei ragazzi de La Fortezza, associazione no-profit avente l’intento di promuovere e divulgare i vari aspetti legati al mondo Fantasy: il Gioco di Ruolo dal Vivo (GRV), la letteratura, l’illustrazione, il make-up, la musica e l’intrattenimento. Presente a Lingotto Fiere il Dungeon, vera e propria area gioco interattiva dove i visitatori entrano in prima persona in un’avventura Fantasy. Presenti anche tornei di spade e un’area makeup con truccatori professionisti.

 

Tra le numerose altre associazioni presenti, si segnalano Ghostbusters Italia, con una fedele ricostruzione del locale interrato della centrale degli “acchiappafantasmi”, e V Colonna, dedicata all’universo dei Visitors, per un ulteriore tuffo negli anni ’80. E poi ancora Battlestar Galactica, Galaxy Imperium, Cog Anonymous, Ludosport.

Lascia un commento

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com