Pubblicato il: 15 Ottobre 2015

“Sirene Confuse”: il contradditorio universo femminile al Teatro degli Audaci

locandinaSireneUn connubio perfetto fra pittura, musica e teatro: è così che può essere definito l’originale spettacolo “Sirene Confuse”, che ha debuttato agli inizi di ottobre al Teatro degli Audaci di Roma.
Sul palcoscenico una sorta di Ulisse moderno, interpretato da Attilio Fontana, ha introdotto l’evocazione di cinque tipologie di donne molto differenti fra loro. A impersonare quattro di esse e a raccontare le loro vite ci ha pensato invece la bravissima Siddhartha Prestinari, già molto applaudita la scorsa stagione teatrale nel ruolo di protagonista della commedia “Contrazioni Pericolose” a fianco di Gabriele Pignotta. Si tratta di ritratti femminili vivi e allo stesso tempo fissati sulla tela: mentre infatti Siddhartha si cala di volta in volta nei panni di una figura particolare (un’insegnante di tecniche di seduzione, una madre uccisa dal figlio, una donna che porta fortuna ai propri uomini, ecc…), il pittore Davide Controni cerca di delineare quest’ultima a matita, dando luogo a una vera e propria performance d’arte estemporanea. Egli immagina queste donne come delle sirene senza piedi, ma con degli elementi che le contraddistinguono l’una dall’altra (es. la mano sanguinante dell’amante di Picasso o il volto coperto di nero della donna araba con il burqa). Ogni rappresentazione-quadro, poi, è inframmezzata dalle musiche ideate da Attilio Fontana (in questo contesto impegnato sia come attore che come cantautore) e dal chitarrista Franco Ventura (con alcune rivisitazioni del repertorio di Dalla e D’André).
Per rendere ancora più scoppiettante l’insieme, a ogni replica è stato invitato un ospite a sorpresa che ha allietato a sua volta il pubblico: nel corso dell’ultima data in calendario si è esibita la cantante Alice Clarini che ha proposto alcuni brani del suo repertorio.
Il risultato è un’opera scenica particolare ma ben collaudata, che non annoia assolutamente, che fa divertire in certi momenti e riflettere in altri più seri. Speriamo pertanto che il prossimo “avvistamento” di tali “Sirene Confuse” arrivi presto su un altro palcoscenico italiano!

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com