Pubblicato il: 29 Maggio 2016

Il manga e cartone giapponese Georgie diventa un musical

Georgie

Ha debuttato a metà maggio in Prima Nazionale al Teatro Orione di Roma la versione in musical del manga giapponese cult degli anni Ottanta Georgie (ispirato a sua volta alla novella scritta dall’autore Mann Izawa), reso celebre dall’omonimo cartone animato trasmesso in televisione.

Si tratta di un progetto ambizioso, ideato già nel 2009 dallo sceneggiatore Claudio Crocetti. Nel 2013, sebbene solo a scopo promozionale, è stato realizzato il CD Georgie il Musical contenente tutti i brani dell’opera, autoprodotto tramite crowfunding e patrocinato da Avis-Associazione Volontari Italiani Sangue, che tuttora continua a credere nelle potenzialità dello show. I testi sono stati composti da Diego Ribechini, mentre le musiche dal Maestro Tiziano Barbafiera.

Tutti gli artisti che hanno eseguito le canzoni presenti nel Cd hanno recitato nella parte dei medesimi personaggi anche nel corso delle tre date di debutto nazionale (dal 20 al 22 maggio 2016).

Oltre a essere attori e cantanti, ricoprono in questo frangente il ruolo di vocal coach Brunella Platania (nella finzione la madre di Georgie) e Enrico D’Amore (ovvero il coraggioso e affascinante fratello Abel). Hanno comunque dimostrato un’eccellente preparazione artistica anche gli altri 18 performer e i 10 ballerini coreografati da Marcello Sindici, senza i quali le scene di piazza che richiedono numerosi figuranti non sarebbero state le stesse.

Per quanto riguarda l’eroina in persona, interpretata da Claudia Cecchini, il suo aspetto estetico e carattere rimangono praticamente identici a quelli della versione cartoon, compreso il particolarissimo braccialetto con le pietre rosse lasciatole in dono dalla vera madre, grazie a cui riuscirà a ritrovare la sua famiglia d’origine (di esso sono disponibili delle fedelissime copie per il merchandising al costo di 70 euro).

Probabilmente la storia di Georgie ha avuto e continua a avere successo perché, oltre a essere molto avvincente, riesce a unire alla perfezione elementi tipici del racconto anglosassone con altri della cultura giapponese.

Per chi non avesse potuto assistere allo spettacolo nel corso delle prime tre date in calendario non si disperi: tocca solo aspettare la programmazione dei nuovi appuntamenti tenendo d’occhio il sito Internet ufficiale della produzione www.georgieilmusical.com.

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com