Pubblicato il: 10 Gennaio 2015

L’Accademia dei Folli in scena con Dormono sulla collina: Spoon River “piemontesizzata”

La compagnia di musica-teatro Accademia dei Folli va in scena con Dormono sulla collina, Domenica 11 gennaio al Teatro della Concordia di Venaria Reale, uno spettacolo che prende il nome dai primi versi della celebre Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters (tradotta in italiano da Fernanda Pivano) e che dà voce a una “raccolta di epitaffi”, piemontese invece che americana, affidata all’oralità del teatro invece che alla pagina scritta.

Accademia dei folli

La compagnia Accademia dei Folli presenta Dormono sulla collina spettacolo che prende spunto dai primi versi di Spoon River

I Folli infatti mettono in scena personaggi piemontesi, tutti con la loro storia da raccontare e pensieri da condividere e che, trovandosi ormai dall’altra parte della lapide, ne approfittano per sparlare, screditare, recriminare, accusare, calunniare, infamare, con la spavalderia di chi non ha più niente da perdere. Un minatore con velleità da ornitologo e un suo collega terrorizzato in vita dal grisou e in morte dai fuochi fatui; un partigiano badogliano e un repubblichino di Salò; un tizio che morì con un tris d’assi in mano e un amante del bluff estremo, e poi ancora un prete oratore, un architetto ossessionato dalle altezze vertiginose, un poeta da quattro soldi, un mercante di parrucche.

A fare da contrappunto alla parte recitata, la musica e la poesia di Fabrizio De Andrè, in particolare le canzoni appartenenti all’LP del 1971 Non al denaro non all’amore né al cielo, concept album appunto ispirato ad alcune poesie tratte dall’opera del poeta americano.

La morte,” citando Cesare Pavese (che fu il primo a portare a Fernanda Pivano l’opera americana) “è l’attimo decisivo, che dalla selva dei simboli personali ne ha staccato uno con violenza, e l’ha saldato, inchiodato per sempre all’anima”.
Ecco cos’hanno in comune tutti questi personaggi, oltre al fatto di essere piemontesi. Sono stati vivi e forti, si sono arrabbiati, si sono commossi, hanno riso e pianto, amato e odiato, e adesso tutti quanti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dormono sulla collina
Domenica 11 gennaio
Teatro della Concordia, Venaria Reale
Ore 21
Ingresso intero 13 euro
Ridotto 11 euro
con
Enrico Dusio
Gianluca Gambino
Carlo Roncaglia

e con
Enrico De Lotto: contrabbasso, basso elettrico
Giò Dimasi: batteria, percussioni
Gianni Virone: sax, flauto
Vincenzo Novelli: chitarre
testo: Emiliano Poddi
musiche: Fabrizio De André
arrangiamenti originali: Enrico De Lotto
regia e ideazione scenica: Carlo Roncaglia

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com