Pubblicato il: 24 Febbraio 2017

La musica non ha genere… ma ha al piano Alberto Pizzo

Sabato 25 febbraio, alle ore 21.00 a mare culturale urbano in Via Giuseppe Gabetti 15 si terrà l’incontro “La musica non ha genere” con il compositore e pianista napoletano Alberto Pizzo. Pizzo presenterà il suo ultimo album Memories, del quale eseguirà alcuni brani dal vivo, e il libro Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto, scritto dal musicista Gianluca Fronda ed edito da Graus Editore. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

All’incontro interverranno Alberto Pizzo, pianista, Roberta Beolchi, Direttrice Editoriale di Graus Editore, Lucia Monaco, Direttore Scientifico di Fondazione Telethon e Andrea Capaldi, ceo e cofondatore di mare culturale urbano. La serata è organizzata in collaborazione da mare culturale urbano, Graus Editore, Cinevox e Palco Reale.

La conversazione / concerto di Pizzo è preceduta alle ore 18.00 dall’esibizione al piano, sempre a ingresso libero, di Maria Clementi, appuntamento della serie Yamaha a mare, che eseguirà brani di Muzio Clementi e di Franz Schubert.

Alberto Pizzo, raffinato pianista napoletano, ha lanciato il suo ultimo lavoro, Memories, lo scorso marzo 2016, prodotto da Sony Classical e realizzato presso gli Abbey Road Studio di Londra con la London Symphony Orchestra, fra le più prestigiose del mondo, diretta dal premio Oscar Luis Bacalov, co-direttore artistico e co-arrangiatore dell’album.

«Questo nuovo album ripercorre tutto il cammino artistico che ho fatto, da Bach alle mie composizioni, realizzate e custodite durante i viaggi, metafore dei momenti importanti dell’esistenza – racconta Alberto PizzoQuando lo ascolto è come se sfogliassi l’album musicale della mia vita, quella dedicata alla musica classica, alle mie radici e al mio mondo sonoro che, oggi, semplificando, qualcuno chiamerebbe ‘crossover’».

Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto, scritto dal musicista Gianluca Fronda, con la prefazione di Mel Gill, edito da Piero Graus, è dedicato alla memoria del piccolo Francesco Caputo, noto come Spiderciccio, e a quella di tutti i bambini in lotta contro le malattie rare, ed è promosso dalla Fondazione Telethon, che ha anche sostenuto la realizzazione del murales dello street artist Solo sui muri di Città della Scienza a Napoli. Alberto Pizzo, zio di un amico di Ciccio, ha scelto di destinare parte del ricavato delle vendite del libro alla stessa Fondazione Telethon, impegnata nella ricerca sulle malattie genetiche rare. Il libro è uscito nelle librerie a fine gennaio; di prossima uscita, le traduzioni in inglese e giapponese.

Gianluca Fronda ha seguito la storia di Alberto Pizzo, svelando tra le righe il suo “piano segreto” per il successo e sconfiggere le tante difficoltà che ogni artista incontra lungo la propria carriera. Ma quella che il lettore incontra è soprattutto la storia di un’amicizia, di un viaggio spirituale che Alberto Pizzo ha compiuto attraversando il Giappone e gli Stati Uniti negli ultimi anni della sua intensa carriera, trovando nell’amore per la musica la strada per l’emancipazione e l’affermazione del proprio talento.

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com