Pubblicato il: 8 Marzo 2014

Il primo caffè del mattino : il buongiorno a Roma per Diego Galdino

Il primo caffè del mattino di Diego Galdino

Il primo caffè del mattino di Diego Galdino

Alla scoperta de Il primo caffè del mattino di Diego Galdino

” (Roma) …perché magari non sarà la città dell’amore, ma di sicuro non è una città che intralcia l’amore, diciamo che è piuttosto conciliante. Forse troppo.”

Una avvincente storia di amore tra le maestose vie romane che lascia in bocca l’inconfondibile sapore del caffè italiano.
È il romanzo d’esordio di Diego Galdino, barista e papà romano che abbiamo intervistato recentemente. Per leggere l’intervista: http://www.oblo.it/016722_diego-galdino

Massimo è un affascinante trentenne, proprietario di un bar nel cuore di Roma dove passa la maggior parte del suo tempo. Tutto sembra correre liscio nella sua vita fin quando un giorno nel suo bar entra una bellissima turista parigina, con lentiggini e occhi verdi che colpisce la sua attenzione. Il divario linguistico sembra insopportabile ma la voglia di conoscere la ragazza porta Massimo a compiere gesti molto romantici. Tra vicissitudini varie, i due riusciranno ad avvicinarsi ma sembra dal destino non tiri un vento a loro favorevole. Un colpo di scena finale assicura un degno finale di storia, con un biglietto per Parigi e uno per Roma per i due protagonisti.
Molto belle le componenti italiane presenti nel testo: il fascino della città eterna, tra vicoli e fontane, il calore della gente comune e l’amore per il caffè. Il bar di Massimo sembra essere un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere e ricorda molto il “bar dei Cesaroni”. Azzeccata l’idea di associare ad ogni personalità un determinato caffè. Alla fine un vademecum che gli artisti del caffè non possono certamente ignorare: dettagliata spiegazione, non priva di ironia, dei vari tipi di caffè, dai più classici e tradizionali ai meno richiesti.
Una storia d’amore dei giorni nostri che si legge in un weekend.

“Quando si gusta una giornata in ogni sfumatura, il tempo sfugge tra le dita come se fosse composto di infiniti granelli di sabbia… Anzi, a voler essere precisi, non proprio infiniti, perché a un certo punto, finire finiscono, però sono così tanti e così piccoli che è impossibile contarli…”

Recensione de Il primo caffè del mattino di Diego Galdino

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com