Pubblicato il: 12 Aprile 2018

Cinecittà si mostra: un percorso museale-didattico sulla storia degli Studios capitolini

“Cinecittà si mostra” è un progetto culturale finalizzato al rilancio dell’omonimo centro di studios cine-tv, caduti un po’ nel dimenticatoio negli ultimi anni. Si tratta pertanto di un obiettivo molto importante e ambizioso, che mira a interessare non solo i romani ma anche i turisti.

Il percorso inizia dalla Palazzina Fellini, le cui sale sono incentrate sul periodo 1937-1943. Qui, infatti, sono raccolte le fotografie e i documenti riguardanti la costruzione degli Studios, avvenuta in quegli anni a opera dell’architetto razionalista Gino Peressutti. Non poteva poi non essere ricordato il grande regista Federico Fellini, attraverso la visione di filmati inediti, disegni firmati dallo stesso o costumi originali dei suoi film (come l’abito di Anita Ekberg ne “La dolce vita”, il costume di Sandra Milo in “Giulietta degli Spiriti” o quello orientale di Alberto Sordi ne “Lo sceicco bianco”).

Sul piazzale principale davanti a tale palazzina, inoltre, troneggia l’imponente Venusia, ovvero una scultura scenografica che Fellini utilizzò sul set de “Il Casanova”.

Passando all’interno della Palazzina Presidenziale, invece, vengono ripercorsi gli anni dal 1943 al 1990, con costumi, immagini e video-interviste dei grandi personaggi hollywoodiani che venivano spesso a girare a Cinecittà delle pellicole o kolossal divenuti celebri in tutto il mondo (es. “Il Gattopardo” del 1963 di Luchino Visconti con Burt Lancaster e Claudia Cardinale, “Cleopatra” con Liz Taylor e Richard Burton o “Ben Hur” con Charlon Heston).

La parte che desta maggiore stupore nel corso della visita, però, è quella relativa ai set ancora integri, come quello del sottomarino realizzato per il film U-571 di Jonathan Mostow (2000), o del Tempio di Gerusalemme utilizzato nel 2016 per il film “Il Giovane Messia” di Cyrus Nowrasteh, opera dello scenografo Francesco Frigeri (divenuto famoso per il suo eccellente contributo nel film “La Passione di Cristo” di Mel Gibson). Quest’ultima struttura è realizzata in vetroresina, dando così un effetto finale molto realistico.

Ancora più grande e maestoso è il set della Roma Antica, dove nel 2006 è stata girata la serie tv anglo-americana “Rome”. In questo caso le strutture portanti sono rivestite da lastre in vetroresina e pannelli di legno colorati, che permettono di mostrare come realmente furono i tempi romani, dal momento che i pochi ancora in piedi hanno perso il proprio intonaco originario.

Di tutt’altro genere è il set che ripropone una parte della Firenze del Quattrocento, che fece da sfondo a alcune scene della miniserie “Francesco” (2002) con Raoul Bova per la regia di Michele Soavi. Esso, poi, è stato riadattato di volta in volta per ospitare la realizzazione di altri film, come l’italiano “Amici Miei – Come tutto ebbe inizio” di Neri Parenti (2010) o di “Romeo and Juliet” (2012), per il quale si cercò di ricreare nello stesso spazio la città di Verona.

Il percorso di visita si conclude con il set della fiction “Un medico in famiglia”, corrispondente con l’esterno della casa della famiglia protagonista.

Cinecittà Si Mostra
Via Tuscolana 1055
00173 Roma

giorno di chiusura martedì
Per informazioni e orari: www.cinecittasimostra.it

Lascia un commento

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com