Pubblicato il: 31 Gennaio 2017

Bussoletti canta Selvaggia Lucarelli e spopola su YouTube

Bussoletti

In appena 10 giorni il nuovo singolo del cantautore romano Bussoletti “Selvaggia Lucarelli”, pubblicato da 8 BEAT, sta facendo registrare numeri da capogiro. Pubblicato il 20 gennaio, la canzone ha superato i 100mila streaming su Spotify mentre il controverso videoclip, girato a Parigi e diretto da Tom Corbe e Buck Bukenot, ha superato le 500 mila views su Youtube. Protagonista, l’attrice Alice Bouhet.

All’interno del brano Bussoletti racconta di quanto sia spietata la comunicazione dei mezzi social, facendo riferimento alla Lucarelli che è, impossibile negarlo, tra i blogger più influenti in Italia. Non ce l’ho con Selvaggia Lucarelli/ Semplicemente credo che siamo più belli/ Non ce l’ho con Selvaggia Lucarelli/ ma preferisco ancora i fiori ai coltelli canta nel ritornello Bussoletti che racconta di quanto invece ci sia bisogno di bellezza all’interno della vita di ognuno.

Da due stagioni, Bussoletti conduce anche #lingueasonagli, un programma talk su Radio Cusano Campus, emittente che si è da poco aggiudicata le “Cuffie d’Oro”, il premio alle radio italiane ideato da Fabio Carini e Charlie Gnocchi.

“Selvaggia Lucarelli” è il terzo brano inedito del nuovo album di Bussoletti che sarà pubblicato nel 2017. Il primo singolo (uscito il 30 settembre) ha avuto una featuring d’eccezione, la “Targa Tenco” Mauro Ermanno Giovanardi. Patrocinato da Fidal e in collaborazione con RunCard, il brano è stato inserito nella colonna sonora del film “L’altra faccia della medaglia” di Francesco Cordio, trasmesso da Raisport nel corso delle Olimpiadi di Rio.

Bussoletti è tra i cantautori più attivi della scena romana. Ha duettato con Dario Fo nel brano “A solo un metro”. Al suo attivo ha diversi riconoscimenti, tra cui il “Premio Lunezia” e il “Premio Donida”.

Nel corso di un concerto che ha tenuto il 2 novembre al Teatro Quirinetta di Roma, Riccardo Noury, portavoce nazionale di Amnesty Italia, gli ha consegnato il premio “Arte e diritti umani 2016”: la sua “Povero drago” è stata difatti scelta da Amnesty International per festeggiare i suoi 40 anni in Italia.

Lascia un commento

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com